Insalata di polpo, come farla anche a casa

L’insalata di polpo è una preparazione gustosa, anche un po’ raffinata se vogliamo. Spesso la gustiamo al ristorante, ma si fa ben apprezzare anche sulle tavole delle case italiane. Piatto tipicamente mediterraneo, fresco, dal sapore intenso, va bene sia come antipasto che come secondo piatto.

Spesso c’è un po’ di timore a prepararla, sia per la pulizia del pesce (non facilissima) che per la preparazione in sè. Ma basta solo un po’ di tempo da dedicarci e l’insalata di polpo si compone tranquillamente anche in casa, senza troppe restrizioni.

Servono solo alcuni piccoli accorgimenti come la freschezza del pesce ma anche la sua cottura. E’ necessario che i polpi siano cotti, ma non troppo. Che siano cioè morbidi ma non che si spappolino. Fatto poi a pezzetti, condito con limone, olio e prezzemolo, il polpo è eccezionale.

Poi ognuno può inserire il condimento che preferisce, unendo patate, olive e tanto altro. Io per l’insalata uso sempre i polipetti che sono più teneri, cuociono in minor tempo e sono molto gustosi.

Insalata di polpo, gli ingredienti:

  • 1 kg di polipetti
  • Prezzemolo
  • Succo di limone
  • Olio extravergine d’oliva
  • Pepe nero e sale q.b.

Insalata di polpo, la preparazione:

  1. Per preparare l’insalata di polpo iniziamo con la pulizia del pesce. Serve pulirlo accuratamente, se non lo fa il pescivendolo di fiducia, sciacquandolo sotto acqua corrente, eliminando occhi, becco e strofinandolo con le mani. Facciamo anche delle incisioni con il coltello per aiutarci;
  2. Prendiamo una casseruola bella capiente, la riempiamo di acqua e portiamo ad ebollizione. Quando l’acqua è pronta immergiamo i tentacoli del polpo o dei polipetti per fare arricciare le punte, ripetendo l’operazione 4 o 5 volte. Poi, inseriamo tutto il pesce e lo facciamo cuocere per circa 30 minuti;
  3. Per controllare la cottura facciamo la prova della forchetta, se entra facilmente nel pesce possiamo spegnere il fuoco, scolare il pesce e farlo raffreddare. Poi proseguiamo con il taglio. Lo riduciamo a piccoli pezzi e lo posiamo in una ciotola;
  4. Infine il condimento: uniamo succo di limone, olio, prezzemolo tritato, sale, olio e pepe per fare una citronette. Versiamo abbondantemente sul pesce, mescoliamo per amalgamare. Lasciamo riposare un po’ per far insaporire.

Insalata di polpo, consigli e varianti:

L’insalata di polpo, come dicevamo, può essere arricchita con tanti altri ingredienti. Non solo patate e olive, ma anche un mix di verdure. Ovviamente non può mancare un buon calice di vino bianco per accompagnare il tutto.

L’insalata di polpo si conserva per un paio di giorni al massimo, in frigorifero, in un contenitore ermetico.

Secondi piatti, leggi anche:

Rispondi