Le 10 proteste più significative della storia (e che hanno migliorato la nostra vita)-II parte

6.Marcia di Washington (agosto 1963)

Il celebre discorso di Martin Luther King, I have a dream, fu pronunciato in occasione di questo storico raduno che si tenne a Washington nell’agosto del 1963 per promuovere l’uguaglianza razziale negli Stati Uniti.

Più di 200mila partecipanti si riunirono pacificamente al Lincoln Memorial nel Distretto di Columbia e, all’evento, qualche anno più tardi venne attribuito il merito di aver esercitato pressioni sul presidente John F.Kennedy affinché elaborasse una solida legislazione sui diritti civili.

7.Piazza Tiananmen (15 aprile-4 giugno 1989)

Una folla di almeno un milione di persone, composta per lo più da studenti in cerca di riforme democratiche, occuparono pacificamente la piazza Tiananmen di Pechino per sette settimane.

I militari cinesi, inaspettatamente, il 4 giugno 1989 schierarono i carri armati per liberare la piazza e soffocare quella richiesta di più democrazia da parte dei giovani cinesi.

I numeri, a distanza di 31 anni dalla protesta di piazza Tiananmen, sono ancora imprecisi, ma si stima che almeno diversi centinaia di manifestanti furono uccisi in città dai militari, suscitando aspre critiche da parte della comunità internazionale.

Proprio durante la protesta pacifica di piazza Tiananmen venne scattata la celebre foto che ritrae un giovane cinese avvicinarsi ai carri armati con in mano un fiore.

8.Proteste contro il Muro di Berlino (1989)

La divisione concreta, rappresentata dal Muro di Berlino, che aveva separato Berlino Est e Ovest per 28 anni, crollò due mesi dopo le proteste pacifiche, e pubbliche, che si tennero in tutta la Germania.

La pressione per abbattere il Muro era già cresciuta nei primi mesi del 1989 e le dimostrazioni in piazza furono la classica goccia che fece traboccare il vaso, visto che alla fine il governo della Germania dell’Est aprì le sue porte il 9 novembre 1989.

9.Proteste contro la guerra in Iraq (marzo 2003)

Milioni di persone, nelle città di tutto il mondo, si radunarono per le proteste contro la guerra nei mesi precedenti l’invasione dell’Iraq, che è andata avanti nonostante i loro sforzi nel marzo del 2003.

Le manifestazioni più grandi si tennero a Londra, in concomitanza con le marce globali che erano state organizzate per il 15 febbraio 2003, quando un milione di persone si riunì in quella che, oggi, è considerata la più grande manifestazione politica mai avvenuta nella storia del Regno Unito.

10.La Rivoluzione Arancione (fine 2004)

Alla fine del 2004 centinaia di migliaia di persone inondarono la piazza di Kiev per protestare contro i risultati delle elezioni presidenziali ucraine.

Le dimostrazioni continuarono per dodici giorni, anche sotto il nevischio e la neve, fino a quando non è stata proclamata una nuova votazione, che invertì i risultati e mise invece in carica il candidato dell’opposizione (il cui colore del partito è l’arancione).

Di Francesca Orelli

STORIA: Leggi anche:

Martin Luther King e quella multa che cambiò per sempre l’America (II parte)

Come ha reagito l’uomo davanti alle pandemie nel corso della storia? (II parte)

Albert Einstein: uno scritto inedito rivela la paura del fisico per la “pazzia di Hitler”

Che lingua parlava Gesù?

2 thoughts on “Le 10 proteste più significative della storia (e che hanno migliorato la nostra vita)-II parte

Rispondi