Machu Picchu – Le 7 meraviglie del mondo moderno

Le 7 meraviglie del mondo moderno sono rappresentate da opere architettoniche che richiamerebbero l’antico elenco canonico delle sette meraviglie del mondo antico; queste sono state selezionate tra 150 candidate, e i voti sono stati raccolti in tutto il globo a partire dal 2000 fino al 2007.

Le sette meraviglie del mondo moderno

Machu Picchu: la “vecchia montagna” del Perù

Il sito Inca di Machu Picchu, situato in Perù, e più specificatamente nella valle dell’Urubamba, rappresenta il terzo sito archeologico al Mondo per dimensione, e certamente uno dei più amati dai viaggiatori che amano immergersi in culture ed atmosfere di un mondo ormai dimenticato.

Il nome della città deriva dalle parole quechua machu (“vecchio”) e pikchu, traducibile con “cima” o “montagna”, e si suppone che essa sia stata edificata dall’imperatore Pachacútec intorno all’anno 1440, rimanendo abitata fino alla conquista del 1532 da parte degli spagnoli.

Il sito divenne oggetto di studio dalla sua “riscoperta” agli inizi del 900. La collezione consta attualmente di almeno 46.332 reperti.

Immersi nella natura, i tantissimi monumenti, templi, complessi, residenze e fonti d’acqua formano un dedalo nel quale perdersi fisicamente e mentalmente, per un totale di quasi 200 punti turistici differenti.

Alcune delle principali attrazioni di Machu Picchu

Se da una parte le terrazze e le abitazioni che furono degli agricoltori ci ricordano l’incredibile capacità del popolo Inca nello sfruttare tecnologie avanzatissime per la coltivazione, il centro urbano si caratterizza per il Intihuatana (“Dove il sole è legato”): la particolare struttura poligonale della pietra forma ombre diverse in relazione al movimento del sole e alle stagioni.

Sono presenti, inoltre, la Piazza sacra, centro cerimoniale principale, il Tempio del Sole e la Residenza Reale, dove è possibile ammirare alcune tra le opere in pietra più dettagliate del sito.

Altri punti suggestivi di cui tenere conto sono sicuramente le grotte che costituiscono il gruppo del Condor ed il gruppo dei tre portali; quest’ultimo è composto da tre “kancha“, ovvero delle strutture formate da tre o più edifici rettangolari con patio interno disposte simmetricamente attorno a un grande cortile centrale e orientate verso la piazza principale

Il monte Huayna Picchu

La montagna Huayna Picchu completa il quadro di un luogo da cui è impossibile non rimanere affascinati, costituendo uno dei paesaggi più particolari ed eccitanti del globo, tanto da rappresentare per tantissimi viaggiatori una passeggiata breve impossibile da dimenticare.

I sentieri sono infatti costruiti vicino ai dirupi, e dalla cima è possibile scorgere la città Inca dall’alto. Da lì è anche possibile visitare il Tempio della Luna, una delle strutture più enigmatiche del luogo.

Una visita a Machu Picchu può essere considerata come un’esperienza che rapisce non solo dal punto di vista storico, ma anche naturale e in qualche modo mistico. Un viaggio che può cambiare la vita, e per qualcuno arricchirla di significato.

LEGGI ANCHE:

Giardini pensili di Babilonia – Le 7 meraviglie antiche

Magas: la capitale perduta del Caucaso del Nord

I Maya usavano efficaci filtri per purificare l’acqua già 2000 anni fa

Stonehenge: una nuova scoperta archeologica risolve il suo mistero

Condividi

Rispondi