Aspettando la Notte degli Oscar 2021

La serata dei Golden Globe è andata e ora l’appuntamento più atteso del mondo del cinema è quasi arrivato. Il 25 Aprile si terrà la Notte degli Oscar, a due mesi di distanza rispetto alla data abituale. Un ritardo causato dalla pandemia, ma anche necessario per garantire una più ampia finestra temporale di eleggibilità ai film in gara. Ma cosa dobbiamo aspettarci dagli Oscar 2021? Come si terranno e, soprattutto, chi sono i favoriti?

Scopriamolo insieme.

Una Notte degli Oscar diversa dal solito

Ancora non sappiamo per certo in quale modalità si svolgeranno gli Oscar 2021. L’Academy ha fatto sapere di volere una cerimonia in presenza, cosa che complicherà notevolmente le misure anti contagio. L’ipotesi più gettonata è che quest’anno potremmo assistere a una Notte degli Oscar suddivisa in più location. Quella principale al tradizionale Dolby Theatre di Los Angeles e le altre sparse per il mondo.

Al momento non sono stati annunciati nemmeno i presentatori, ma si pensa che vedremo un’alternanza di vip che racconteranno ognuno in una sede diversa la cerimonia. Per quanto riguarda i film in lizza, invece, il 15 Marzo sono uscite le Nomination.

Ecco quindi una lista di film che vale la pena recuperare prima della cerimonia:

I film da recuperare prima della Notte degli Oscar 2021

Nomadland di Chloé Zhao: il deciso favorito di questa edizione degli Oscar è l’adattamento cinematografico del libro di Jessica Bruder Nomadland – Un racconto d’inchiesta. Ai Globe, la pellicola ha infatti conquistato sia il premio per la regia che quello per il miglior film, e si mormora che potrebbe fare altrettanto con l’Academy. La pellicola arriverà su Disney+ (grazie a Star) il 30 di Aprile.

Oscar 2021

Il processo ai Chicaco 7 di Aaron Sorkin: la pellicola è già disponibile su Netflix, cosa che ci permette di recuperarla in tempo per la cerimonia. Ai Globe era candidata a cinque premi, ma ha vinto solo come miglior sceneggiatura per Sorkin. Quel che è certo è che si tratta comunque di un film alquanto interessante, visto soprattutto il tema (le proteste alla convention del Partito Democratico nel ’68).

Ma Rainey’s Black Bottom di George C. Wolfe: torniamo su Netflix con l’ultimo dei film favoriti agli Oscar. La pellicola in questione si è aggiudicata il premio (postumo) come Miglior attore in un film drammatico a Chadwick Boseman, e ha attirato su di sé parecchi rumors. Viola Davis interpreta la cantante blues Ma Rainey, in una Chicago anni ’20 fumosa e intrigante.

Da recuperare, infine, anche tutte le pellicole che fanno meno chiacchierare, ma che potrebbero comunque soprenderci il 25 aprile. Da Notizie dal mondo a La vita davanti a sé (che ha permesso alla Pausini di vincere un Globe per il singolo “I see”); da Mank a The Father. Passando ovviamente per gli splendidi film di animazione in gara: Soul, Onward e Wolfwalker.

LEGGI ANCHE

Spinning Out: pattinaggio, amore e malattia nella sfortunata serie su Netflix

La ragazza dei tulipani: passione e tradimenti nella Amsterdam del XVII secolo

Dal film alla tavola: Daredevil e le omelette di Wilson Fisk

Martin Eden: il fascino del classico nella bellissima Napoli

Condividi

Rispondi