Risotto castagne e melograno, la ricetta

Profumi d’autunno autentici che arrivano direttamente a tavola per comporre delle ricette saporite, uniche e che parlano di territorio. L’unione che ho provato a sperimentare e della quale sono molto soddisfatta è quella tra castagne e melograno. Due frutti di questa stagione che mi regala la mia terra, la Calabria ed il Polino nello specifico.

Colti direttamente con le mie mani, puliti e tagliati per un primo piatto da leccarsi i baffi: risotto castagne e melograno. Tre ingredienti semplici che si amalgamano e se non fosse per il rosso dei chicchi del melograno nemmeno si riconoscerebbero.

Poco tempo per prepararlo, facile e immediato, e dal sapore tenue, avvolgente e delicato. Davvero da provare, per un pranzo della domenica che profuma di stagione e di territorio. Ora vi spiega come l’ho fatto.

Risotto castagne e melograno, gli ingredienti

  • 400 gr di riso
  • 15 castagne circa
  • Mezzo melograno
  • Brodo vegetale
  • Cipolla
  • Sale q. b.
  • Olio extra vergine di oliva
  • Una noce di burro

Risotto castagne e melograno

  1. Per preparare il risotto castagne e melograno iniziamo facendo soffriggere la cipolla tagliata finemente in padella con l’olio, poi aggiungiamo le castagne crude a pezzetti molto piccoli, sbucciate e pelate. Facciamo rosolare un pochino e poi aggiungiamo il riso;
  2. Facciamo tostare il riso mescolando con una spatola e poi piano piano iniziamo a inserire il brodo. Un po’ alla volta, man mano che il riso lo assorbe ne aggiungiamo dell’altro continuando a mescolare;
  3. A metà cottura aggiungiamo anche i chicchi di melograno e un po’ di sale, continuando a mescolare e ad aggiungere il brodo. Il riso dovrà cuocere per almeno 20 minuti;
  4. Quando il riso è arrivato a cottura e tutto il brodo si è asciugato mantechiamo con una noce di burro, mescoliamo energicamente e spolveriamo con altri chicchi freschi di melograno. Serviamo.

Risotto castagne e melograno, consigli e varianti

Ognuno può arricchire il risotto castagne e melograno a proprio piacimento. Con una bella spolverata di formaggio grattugiato in superfice, meglio se Parmigiano, più tenue come sapore e che non copre il resto dei gusti, oppure da buoni calabresi e amanti dei sapori decisi anche un po’ di ‘nduja. Io lo amo così com’è, senza aggiungere nulla, per gustare tutto il sapore delle castagne e del melograno. Ad ognuno la propria scelta.

Leggi anche:

Condividi

Rispondi