Risotto alla pescatora, a tavola il profumo del mare

Con il risotto alla pescatora si porta a tavola tutto il profumo e il sapore del mare. Un condensato di bontà e freschezza in un primo piatto di pesce che è uno dei grandi classici della cucina italiana.

Ognuno lo declina secondo la propria fantasia ed il proprio gusto. Si può comporre in modi diversi in base agli ingredienti principali che si usano: i pesci. Gamberi, calamari e vongole sono quelli più usati ma ogni specie va benissimo anche in base alla disponibilità del giorno del vostro pescivendolo di fiducia. Certo oggi ci sono anche i preparati pronti che aiutano molto e contengono diverse specialità di pesce ma il gusto e il sapore del pesce fresco è ben diverso.  

E allora vediamo come preparare il riso alla pescatora, da fare tutto in casa per servire un piatto sofisticato ma non troppo difficile da preparare. Perfetto per un pranzo o una cena di famiglia o anche per stupire i vostri invitati.

Risotto alla pescatora, gli ingredienti

  • 300 gr di riso
  • 1 kg di pesce misto da pulire
  • Aglio
  • Vino bianco
  • Brodo
  • Olio di oliva extravergine
  • Sale e pepe q.b.

Risotto alla pescatora, la preparazione

  1. Per preparare il risotto alla pescatora per prima cosa puliamo i pesci. Se ci sono anche le vongole serve dedicargli del tempo e farle stare in acqua per almeno due ore; Io l’ho realizzato con un misto che mi ha preparato il mio pescivendolo di fiducia con cozze, vongole, calamari e pezzettini di surimi;
  2. In una padella molto capiente inseriamo l’aglio e l’olio, facciamo soffriggere leggermente e inseriamo i pesci, in primis se ci sono cozze e vongole, una volta aperte prendiamo solo il frutto;
  3. Togliamo i pesci inseriamo il riso e lo facciamo tostare con il vino bianco rimasto, facciamo evaporare, versiamo un po’ di brodo e anche tutti i pesci già cucinati e facciamo cuocere a fiamma bassa per circa una 20ina di minuti inserendo altro brodo appena si asciuga;
  4. Quando il riso è cotto mantechiamo e serviamo.

Risotto alla pescatora, consigli e varianti

Il risotto alla pescatora come dicevo può essere preparato con il mix di pesce che si preferisce. Per chi vuole si possono aggiungere anche i pomodorini e del prezzemolo. Io l’ho lasciato in bianco perché preferisco sentire il profumo del mare in toto.

Il consiglio è di non esagerare con le porzioni in quanto è consigliabile mangiare il risotto al momento. Se avanza può essere conservato in frigo al massimo per un giorno, il pesce è delicato e va consumato quanto prima. Per accompagnarlo impossibile non abbinare un calice di vino bianco fresco e frizzantino.

Francesca Bloise

Primi piatti,leggi anche:

Rispondi