Risotto ai funghi, il gusto del bosco nel piatto

Uno dei frutti che la terra ci regala ed in particolare il bosco. Profumano di terra, di alberi e anche un po’ di pioggia, sono inconfondibili e dal gusto scioglievole. Sono i funghi che si possono degustare in mille modi diversi ma forse una delle preparazioni più tradizionali e gustose è con il riso.

Il risotto ai funghi è uno dei piatti della tradizione italiana, saporito, profumato, cremoso ed avvolgente. Un primo piatto perfetto anche per i vegetariani, ideale per diverse occasioni. Per un pranzo in famiglia o tra amici, è la scelta giusta per un successo sicuro. Tipico dell’autunno, è piacevole da gustare sempre.

E con i funghi come fare? Inutile dire che quelli di stagione, appena colti sono il top ma se si ha voglia di un bel risotto fuori stagione si possono utilizzare quelli secchi oppure essere furbi e congelare quelli freschi così da avere in freezer sempre un pugno di freschezza da portare in tavola.

Risotto ai funghi, gli ingredienti

  • 300 gr di riso
  • 400 gr di funghi
  • Vino bianco
  • Aglio
  • Prezzemolo
  • Parmigiano grattugiato
  • Olio extra vergine di oliva
  • Brodo vegetale, circa 1 litro
  • Carnaroli 320 g
  • 30 gr di burro
  • Sale e pepe q.b.

Risotto ai funghi, la preparazione

  1. Per preparare il risotto ai funghi iniziamo dedicandoci proprio ai funghi. Li puliamo, li laviamo e li tagliamo a dadini. Li saltiamo in padella bella capiente insieme all’olio, all’aglio, sale e pepe. Poi sfumiamo con il vino bianco e facciamo cuocere per circa 10 minuti con una spolverata di prezzemolo tritato;
  2. Nella stessa padella inseriamo il riso e lo facciamo tostare sfumando dopo qualche minuto con vino bianco e facciamo evaporare; nel mentre prepariamo il brodo vegetale;
  3. Iniziamo da qui la cottura a poco a poco inserendo un mestolo di brodo appena il riso si asciuga e mescolando in continuazione;
  4. Continuiamo fino a quando il riso non sarà cotto. Infine per mantecare inseriamo noce di burro e una spolverata di prezzemolo. Il formaggio lo serviamo a parte per aggiungerlo nel piatto appena caldo.

Risotto ai funghi, consigli e varianti

Il risotto ai funghi porcini è da mangiare appena servito, caldo e avvolgente. Se avanza si può conservare in frigorifero in un contenitore ermetico per al massimo due giorni. Anche riscaldato non è affatto male. Si accompagna bene con un buon calice di vino rosso.

Francesca Bloise

Primi piatti, leggi anche:

Rispondi