Marmellata di lamponi fatta in casa, la ricetta

La marmellata di lamponi è una delle mie conserve preferite. Dolce e succosa, colorata e bella da vedere, questa confettura di fine estate regala grandi soddisfazioni. È perfetta per concedersi in inverno delle dolci e gustose coccole, da spalmare sul pane fresco o sulle fette biscottate con un velo di burro ma anche ideale per creare mille dolci diversi: dai rotoli con la marmellata appunto alle crostate fino ai dolci con la frutta, da spennellare come base cremosa, colorata e scenica sulla frolla morbida per accogliere una cascata di frutta fresca.

Di solito i lamponi si trovano sempre accostati agli altri frutti di bosco, soprattutto more e mirtilli, ma da soli sanno restituire un sapore inimitabile. Esplosivo il loro colore come il loro sapore, dolce e persistente ma con qualche tinta di aspro. È questo che permette alla marmellata di lamponi di accostarsi bene anche con i formaggi per un tagliere da aperitivo veramente top.

I lamponi sono dei frutti gentili e delicati. Hanno breve durata perché tendono a rovinarsi in brevissimo tempo e così la marmellata è l’unica soluzione per conservarli e goderne per tutto l’inverno. Vediamo come realizzarla.

(Pixabay)

Marmellata di lamponi, gli ingredienti

•             1 kg di lamponi

•             300 gr di zucchero  

•             Vasetti

Marmellata di lamponi, la preparazione

1.            Preparare la marmellata di lamponi è semplicissimo. Iniziamo con lavare leggermente i frutti, senza esagerare altrimenti se sono troppo maturi si spappolano. Li misuriamo e li inseriamo in una pentola dal fondo spesso insieme ad un po’ di acqua. Mettiamo sul fuoco e facciamo ammorbidire;

2.            Quando i lamponi saranno morbidi frulliamo con il frullatore ad immersione e trasferiamo il composto in una padella, qui aggiungiamo lo zucchero e mescoliamo per bene. Facciamo cuocere per almeno 20 minuti, mescolando di tanto in tanto. Per controllare se la marmellata ha raggiunto la consistenza giusta facciamo la prova del piattino: se non cola molto ma rimane appiccicata è perfetta;

3.            Trasferiamo la marmellata caldissima nei vasetti di vetro, chiudiamo e li mettiamo capovolti per creare il sottovuoto. Quando sono tutti al completo li mettiamo a bollire, coperti da alcuni panni, in una casseruola per circa 20 minuti a fuoco medio;

4.            Lasciamo poi raffreddare, inseriamo le etichette e mettiamo in dispensa. In questo modo la marmellata si conserva per un anno e oltre.

Leggi anche:

Condividi

Rispondi