Frutta e verdura di stagione: gli imperdibili di luglio (II parte)

Dopo aver fatto la conoscenza della verdura di stagione da portare in tavola a luglio, è il momento di passare al lato “più dolce” e di scoprire invece qual è la frutta di stagione che possiamo trovare nei supermercati e nei mercati durante questo mese estivo.

Abbiamo già conosciuto il melone e l’anguria, due classici immancabili dell’estate italiana, quindi non saranno in lista (dopotutto non vogliamo ripeterci), ma animo: la natura è piena di meraviglie tutte da gustare!

Fatta questa premessa, vediamo quindi qual è la frutta di stagione che si può trovare a luglio e come la si può utilizzare in cucina.

Frutta di stagione: cosa puoi trovare (e portare in tavola) a luglio

  • Albicocche: annunciatrici per eccellenza della bella stagione, le albicocche sono piccole, poco succose, ma dolci, e per questo motivo si prestano per essere messe nel sacco da pic-nic senza il timore di ritrovarci successivamente una marmellata casalinga (a patto, ovviamente, che non siano troppo mature: in questo caso consigliamo l’uso di un contenitore di plastica richiudibile). Disponibili tra giugno e agosto, possono essere utilizzate per preparare torte, marmellate, macedonie e succhi.
  • More: le more si trovano tra fine luglio e metà ottobre, sono piene di vitamina C e possono essere raccolte e mangiate direttamente dal loro cespuglio! Sono ottime sia per preparare torte che gustosi coulis con cui accompagnare dolci al cucchiaio morbidi e cremosi, come la pannacotta.
  • Ciliegie: uno dei passatempi preferiti delle bambine, durante la stagione estiva, è quella di prendere due ciliegie e di metterle sulle orecchie a mò di orecchini! A parte questo le ciliegie, oltre ad essere gustate “al naturale”, possono essere impiegate per preparare marmellate, torte e salse. Ah, dimenticavamo: la composta casalinga di ciliegie sulla ricotta è a dir poco deliziosa.
  • Fichi: i fichi, in Italia, iniziano ad apparire tra agosto e inizio settembre e, spesso, vengono associati all’inizio dell’autunno. Per un abbinamento di fine estate molto singolare, possono essere aggiunti alla pizza bianca, o ad un panino al prosciutto, oppure utilizzati per realizzare marmellate e torte autunnali.
  • Nespole: le nespole hanno cominciato ad essere riscoperte negli ultimi anni, anche dagli stessi italiani, e si possono trovare a grappoli tra maggio e settembre su alberi sempreverdi. Sono ottime per realizzare confetture, marmellate e liquori.
  • Nettarine: chiamate così per il loro sapore particolarmente dolce e succoso, le nettarine sono disponibili fino a settembre e, come le albicocche, possono essere messe nel sacco da pic-nic senza particolari protezioni. Ricche di vitamine A, B e C, hanno meno calorie delle pesche e sono ottime sia per una merenda sulla spiaggia e in montagna, sia nelle torte e nelle marmellate.
  • Prugna: la prugna, purtroppo, è uno dei tipi di frutta estiva più “snobbati”, è anche a torto, perché è particolarmente versatile e tra fine giugno e agosto raggiunge il suo apice di bontà. Ricche di vitamina C, K e potassio, sono perfette sia per le merende e gli spuntini veloci, sia per preparare torte, salse, marmellate, confetture e per accompagnare anche un piatto di formaggi misti.
  • Lamponi: Gianni Morandi, qualche anno fa, cantava le rime immortali di banane e lamponi, e non a caso. I lamponi infatti, oltre a sposarsi benissimo con le banane, hanno un sapore meravigliosamente dolce e, non per nulla, sono considerati i migliori tra i frutti di bosco presenti in Italia. Disponibili da giugno a settembre, come le more possono essere mangiati direttamente dalla pianta e sono ottimi per realizzare crostate, dolci al cucchiaio, coulis, marmellate, confetture, liquori e altro ancora (insomma, con i lamponi non ci sono davvero limiti alla fantasia!).
  • Fragole: nel Canton Ticino, in dialetto, sono chiamate anche magiostri proprio perché cominciano a maggio e, a seconda delle zone (e della specie. Ce ne sono di tardive che possono spuntare anche in ottobre), possono essere disponibili fino a settembre. Le fragole, oltre che per realizzare torte, dolci al cucchiaio e crostate, sono ottime anche per le marmellate o, questo se non vuoi mascherare il loro sapore caratteristico, con una spruzzata di zucchero bianco e di succo di limone.
  • Mirtilli: i mirtilli, come i lamponi, sono disponibili da giugno a settembre e, subito dopo i loro “colleghi rossi”, sono tra i frutti di bosco più amati. Alcuni fortunati, in particolare se abitano vicino ad un bosco in cui sono presenti piantine di mirtilli, li mangiano direttamente dalla pianta (se rientri tra questi fortunati, prima di raccoglierli, batti leggermente la zona intorno alle piante con un bastone, questo per evitare di fare incontri sgraditi con qualche serpentello che li ama molto), ma se non è il tuo caso, puoi trovarli per tutta l’estate nei supermercati o sulla bancarella del tuo fruttivendolo di fiducia. I mirtilli, come gli altri frutti di bosco, sono perfetti per crostate, torte, dolci al cucchiaio, marmellate e conserve, ma se vuoi toglierti uno sfizio in più prova a cuocerli per qualche minuto e a gustarli caldi sul gelato alla vaniglia oppure a gustarli per merenda con una spolverata di zucchero e abbondante panna montata.

Di Francesca Orelli

CUCINA: Leggi anche:

Crostata con confettura di mele della Sila, la ricetta

Rotolo di frittata al forno farcito

Cosce di pollo con verdure croccanti

Funghi in tavola, come raccoglierli e come cucinarli

Rispondi