A Brescia la mostra Donne nell’arte. Da Tiziano a Boldini

Torna la mostra “Donne nell’arte. Da Tiziano a Boldini” a Brescia, nella magnifica cornice di Palazzo Martinengo. La mostra, che comprende oltre 90 opere, era programmata inizialmente per il 2020, ma dopo un mese di apertura è stata chiusa a causa della pandemia.

L’appuntamento con questa straordinaria esposizione è previsto per il prossimo anno, dal 22 gennaio al 12 giugno 2022, ed i visitatori potranno ammirare opere di Tiziano, Boldini, Artemisia Gentileschi e tanti artisti di fama internazionale.

La donna protagonista nella mostra di Brescia

Dedicata interamente alla figura femminile, la mostra è stata organizzata dall’Associazione Amici di Palazzo Martinengo ed è curata da Davide Dotti. La kermesse presenta oltre 90 capolavori di artisti fra cui Tiziano, Hayez, Guercino, Appiani, Boldini e Zandomeneghi, le cui opere hanno rappresentato la donna in diverse sfumature, cogliendone e mettendone in risalto carattere, personalità, sensualità e raffinatezza.

Ciascuno degli autori ha anche prestato grande attenzione alle tendenze della moda, alle acconciature che hanno contraddistinto le varie epoche e a determinati accessori che hanno contribuito ad aumentare l’eleganza e la femminilità delle donne. La mostra può quindi essere considerata un vero e proprio inno alla figura femminile, e permette di ammirare capolavori in cui la donna è stata rappresentata dal Cinquecento fino alla Belle Époque.

Nell’esposizione, oltre a ritratti celebri, i visitatori potranno scoprire anche quadri inediti, appartenenti a collezioni private, e mai esposti prima d’ora. Un viaggio affascinante, dunque, che riserva splendide sorprese, alla scoperta di opere in cui si può ammirare la donna ritratta nelle varie epoche. Grazie alla preziosa collaborazione con la Fondazione Marcegaglia Onlus, nella rassegna sono stati collocati anche dei pannelli di sala dove sono trattate con approfondimenti interessanti tematiche più che mai attuali.

Il lavoro femminile, la disparità tra uomini e donne, le violenze domestiche, le nuove povertà e l’emarginazione sociale sono argomenti di grande importanza socio-culturale, ed hanno come obiettivo quello di arrivare al pubblico, in modo particolare ai più giovani.

Come si snoda il percorso espositivo

Il singolare percorso espositivo verrà suddiviso in otto sezioni tematiche dedicate a:

  • Sante ed eroine bibliche
  • Mitologia in rosa e storia antica
  • Ritratti di donne
  • Natura morta al femminile
  • Maternità
  • Lavoro
  • Vita quotidiana
  • Nudo e sensualità

In apertura della mostra si può ammirare la Maddalena penitente di Tiziano, proveniente da una collezione privata tedesca e per la prima volta esposta in Italia. Un altro capolavoro è la Coppia di amanti in piedi di Gustav Klimt, ma vi sono anche tanti ritratti di popolane, nobildonne, aristocratiche, eroine bibliche, divinità classiche raffigurate in pose che fanno emergere il loro ruolo.

Quando è visitabile la mostra

La mostra è visitabile dal 22 gennaio al 12 giugno 2022 nei seguenti giorni ed orari:

  • Dal mercoledì al venerdì – dalle 9:00 alle 17:00
  • Sabato, domenica e festivi – dalle 10:00 alle 20:00

Inoltre, dal 12 febbraio, il biglietto della mostra consentirà di accedere gratuitamente alla visita del Museo Diocesano. Qui verrà allestita una piccola mostra sulla figura della donna nella pittura sacra curata da Davide Diotti.

Leggi anche:

Condividi

Rispondi