Ortica: come usarla in cucina

L’ortica non è solo un’”erbaccia” da evitare durante le gite in campagna ma è anche un alimento ricco di proprietà benefiche per la nostra salute. Versatile e molto utilizzata sia in ambito fitoterapico che in cucina, l’ortica è una pianta erbacea perenne originaria dell’Europa, Asia, Nord Africa e Nord America.

E’ caratterizzata da un fusto eretto (30 – 250 cm), poco ramificato ed è ricoperta dai tricomi ovvero quei peli – che l’ortica utilizza a scopo difensivo – contenenti una sostanza urticante o irritante. Il contatto con i tricomi causa la formazione di fastidiosi eritemi, prurito e lieve intorpidimento della pelle.

La pianta dell’ortica contiene sali minerali molto utili per la nostra salute come calcio, potassio, ferro e silicio, vitamine (A e C), proteine ed amminoacidi.
Ricca di flvonoidi (antiossidanti), acidi fenolici, tannini e polisaccaridi, l’ortica vanta proprietà antiossidanti, analgesiche, depurative, antimicrobiche, astringenti e diuretiche. Oltre che in campo fitoterapico, la pianta dell’ortica è molto utilizzata anche in cucina per la preparazione di gustose ricette. Siete curiosi di scoprire cosa possiamo preparare con la pianta dell’ortica? Ve lo sveliamo nei prossimi paragrafi!

Il decotto alle ortiche

Questo decotto ci permette di sfruttare, al massimo, le proprietà dell’ortica. Per prepararlo vi occorreranno un colino, una tazza ed un pentolino.
Per prima cosa, inseriamo le varie parti dell’ortica in un pentolino e ricopriamo il tutto con dell’acqua. Poniamo il pentolino sul fuoco e portiamolo ad ebollizione: facciamo sobbollire il decotto per un periodo di tempo compreso tra i 5 e i 15 minuti. Una volta trascorso questo tempo, filtriamo il decotto usando un colino: il nostro decotto all’ortica è pronto per essere gustato oppure per essere usato per fare pediluvi oppure impacchi.

La frittata alle ortiche

Questo gustoso secondo piatto piacerà a grandi e piccini! La frittata alle ortiche è davvero molto semplice da realizzare. Sarà sufficiente mondare e sfogliare l’ortica, bollirla, strizzarla per bene e poi farla saltare in padella con un filo d’olio. Una volta cotta, unire l’ortica all’uovo e parmigiano e friggere la frittata in olio caldo. Se siete a dieta, potete anche cuocere la frittata in forno a 180° per circa 15-20 minuti.

Tisana all’ortica

Diversa dal decotto, la tisana all’ortica è un valido rimedio naturale che aiuta il sistema renale, vascolare ed intestinale. Prepararla è molto semplice: vi basterà aggiungere le foglie di ortica in una tazza di acqua bollente, coprire e lasciare in infusione per circa 10 minuti. Trascorso questo tempo, la tisana va filtrata e gustata ancora calda!

LEGGI ANCHE:

Mezze maniche con crema di radicchio e speck
Crostata con confettura di mele della Sila, la ricetta
Tisana di chiodi di garofano, un aiuto contro il mal di gola forte
Come conservare il caffè, trucchi e consigli

Condividi

Rispondi