Frullato fatto in casa, con frutta e latte di mandorla

C’è chi lo chiama frullato, chi smoothie, chi inserisce il latte, chi solo l’acqua, chi altre bevande. Nessuno a suo modo sbaglia. Si perché soprattutto in estate ci si può sbizzarrire nel creare una bevanda a base di frutta fresca e nutriente e nello stesso tempo gustosa ma anche sostanziosa.

A me piace provare, sperimentare e mixare. E l’altro giorno ho creato un frullato niente male. Ho unito ingredienti che avevo a casa e devo dire che il risultato è stato pazzesco. Premetto che non adoro il latte e così ho utilizzato il latte di mandorle che adoro. Ho unito pesca, mela, fragole, mandorle e qualche fogliolina di menta. Per un preparato fresco si può inserire anche il ghiaccio. Un risultato pazzesco, che ho sorseggiato con gusto e che mi ha anche saziato.

I frullati sono perfetti come merenda genuina, ma anche come colazione, per grandi e bambini. Come base liquida poi si può usare anche del succo di frutta o per chi è intollerante al latte anche quello di soia, di riso, di cocco. E lo stesso vale per la frutta. Ognuno può comporre il mix con i gusti che più adora.

Frullato fatto in casa, gli ingredienti (per due porzioni)

  • 100 ml di latte di mandorle
  • Una pesca
  • Quatto fragole piccole
  • Mezza mela
  • 3-4 mandorle pelate
  • Una foglionina di menta
  • Un cubetto di ghiaccio

Frullato fatto in casa, la preparazione

  1. La preparazione del frullato fatto in casa è semplicissima. Basta inserire la frutta sbucciata e a pezzetti insieme alle mandorle nel frullatore o anche nel mixer;
  2. Inserire anche il latte di mandorla o altro tipo di latte o succo, azionare e frullare per qualche minuto a velocità sostenuta;
  3. Bloccare, dare una mescolata, e frullare ancora a velocità minore;
  4. Servire nei bicchieri, inserire la cannuccia e degustare

Frullato fatto in casa, consigli e varianti

Con queste quantità il frullato viene molto denso. Per chi preferisce una soluzione più liquida può aggiungere un po’ più di latte di mandorle. Come frutta si può usare anche il kiwi, la banana e l’anguria. Quest’ultima è molto più ricca di acqua quindi il risultato sarà sicuramente più liquido.

Infine è importante precisare che il frullato va bevuto appena fatto. Non è consigliabile lasciarlo molto tempo in frigo, al massimo una mezza giornata.

Francesca Bloise

Preparazioni sfiziose, leggi anche:

Rispondi