Combinazioni alimentari che ti fanno male

I contorni si amano perché è l’unico modo per sperimentare diversi sapori e consistenze. Il problema è che molto spesso combiniamo pietanze che sarebbe meglio non mettere insieme nel piatto. Molte di queste portare diventano un pasto ad alto contenuto di calorie e di grassi, ma raggiungono un basso contenuto di fibre e proteine. Ciò si traduce in zucchero. Tanto zucchero.

Sì, alcuni dei nostri contorni preferiti potrebbero rovinare il valore nutrizionale dell’intero pasto. Qui di seguito ti mostriamo le pietanze che mai dovresti mettere insieme.

Combinazioni alimentari che ti fanno male: 4 alimenti che non vanno mai messi insieme

Riso in bianco

Consente di aggiungere aromi o ingredienti per creare un piatto piccante o un contorno saporito. Il problema è che il riso è quello che viene chiamato un grano raffinato. Probabilmente avrai sentito parlare di cereali integrali e di quanto sono importanti come parte di un’alimentazione sana.

A differenza di quelli integrali, i cereali raffinati, come il riso bianco, mancano di alcuni dei loro componenti più nutrienti. Certo, non puoi paragonarle alle patatine fritte, ma non si può certo affermare che sia un pasto sano.

Il riso integrale è una migliore fonte di proteine, carboidrati, energia e fibra. Ciò significa che ti farà sentire sazio più a lungo, in modo che tu sia meno tentato di mangiare del cibo spazzatura. Anche il farro è un’opzione da tenere in considerazione. Si tratta di un’alternativa che, se preparato nel modo giusto, il sapore sarà molto simile.

Maccheroni e formaggio

È il primo preferito di quasi tutti i bambini. È l’irresistibile attrazione dei carboidrati a spingerti verso questo gustoso piatto.

Prova invece ad acquistare maccheroni di grano intero e a condirli con olio di oliva e un paio di spezie. Soddisfa il palato con il suo sapore aromatico e ti riempie la pancia. La pasta fornisce le fibre, l’olio di oliva il grasso. E puoi contare sulle erbe aromatiche per insaporire il piatto senza far schizzare alle stelle la glicemia e la pressione sanguigna.

Insalata di pasta

Molte insalate di pasta includono olive, mozzarella, peperoni, pomodori, ecc. tutti ingredienti estremamente sani, dirai. Sì, ma combinati insieme non lo sono poi così tanto in quanto ad alto contenuto calorico.

Imparerai a scoprire che l’olio di oliva può diventare un grande alleato se vuoi mangiare in modo più sano. Puoi ridurre la quantità di calorie e grassi della tua insalata di pasta, semplicemente utilizzando l’olio di oliva al posto della salsa di pomodoro che usi per legare gli ingredienti.

Frittelle di verdure

La frittura. Ahia. Come già sai, la frittura è il processo di riscaldamento e cottura dei cibi con olio. La maggior parte degli oli utilizzati per la frittura, come gli oli vegetali e l’olio di cocco, sono ricchi di grassi saturi. Questo è il motivo per cui molti esperti consigliano di evitare il fritto come la peste.

Troppi grassi saturi possono mettere molta pressione al cuore. Se non assumi alimenti sani, abbastanza per compensare così tanto grasso, potresti sviluppare malattie cardiache e condizioni correlate.

Friggere le verdure non necessariamente elimina i benefici per la salute del cibo stesso, ma li soffoca nei grassi. Certo, il sapore è ottimo, ma ne vale davvero la pena?

Se hai voglia di verdure croccanti, considera l’idea di cuocerle al forno. È una cottura che non richiede alcun tipo di olio, ma può dare ugualmente alle verdure una struttura più croccante senza influenzare la tua dieta e la tua salute.

Fai scelte intelligenti

Non c’è bisogno di rinunciare al gusto per mangiare sano e bene. Basta combinare i giusti ingredienti nel modo giusto. Sperimenta modi creativi per sostituire gli alimenti nocivi con quelli sani. Una volta che sei riuscito a trovare le versioni più sane dei tuoi piatti preferiti, potresti anche renderti conto che la nuova versione ti piace di più di quella vecchia.

Imparare a fare scelte alimentari intelligente costa tempo. Non è sempre facile regolarsi. Ecco perché gli esperti insistono nel confermare che sì, un cambiamento positivo richiede tempo. Nessuno ti sta dicendo di non farti più un piattone di maccheroni e formaggio, solo cerca di creare pasti nuovi e di non cadere in tentazione ogni volta che si presenta l’occasione di sgarrare.

Articolo scritto da Silvia Saltarelli

Rispondi