Come combattere gli sprechi in cucina: consigli e trucchi

La lotta agli sprechi alimentari in cucina è un argomento a cui teniamo particolarmente. Se vuoi evitare di sprecare alimenti e denaro, continua a leggere i nostri utili consigli.

Il decalogo per combattere gli sprechi alimentare

Il segreto per non sprecare cibo (e denaro) è fare una spesa accurata e consapevole. Quante volte abbiamo riempito il frigo di alimenti che, poi, non abbiamo mai mangiato? Ebbene, bisogna acquistare solo il cibo di cui abbiamo bisogno. Un altro trucco per combattere gli sprechi alimentari è evitare di acquistare prodotti con packaging estremamente inquinanti oppure prodotti confezionati: preferiamo cibi freschi preparati in casa, al momento!

Stilare un piano settimanale dei pasti per tutta la famiglia è, senza dubbio, un altro modo per evitare gli sprechi alimentari: in questo modo, compreremo solo quello che è necessario, senza riempire il frigo di alimenti inutili.
Gli sprechi alimentari non si combattono solo a casa ma anche al ristorante: se a cena non riusciamo a terminare tutta la portata, chiedete senza vergogna la doggy bag: molti ristoranti ormai forniscono ai propri clienti le bag da riempire con gli avanzi del pranzo e della cena.

La scelta del packaging è anche molto importante nella lotta agli sprechi alimentari: scegliere materiali sostenibili per conservare i nostri avanzi è una mossa molto utile, anche per l’ambiente. E allora, spazio a teli in cotone trattati con cera d’api oppure a barattoli di vetro riciclati per conservare in frigo i nostri alimenti.

La valorizzazione e l’uso creativo degli avanzi è un altro trucco per combattere gli sprechi alimentari: i nostri figli non terminano mai il loro pasto e lasciano sempre qualcosa nel piatto? Spazio alla fantasia: ricicliamo gli avanzi inventando nuove ricette oppure utilizziamoli per il giorno dopo, nella schiscetta da portare in ufficio.

Attenzione alla spesa di frutta e verdura: cerchiamo di acquistare quella meno perfetta. Non lasciatevi ingannare dall’aspetto bellissimo, perfetto e quasi “da giocattolo” di alcuni tipi di verdura e frutta ma preferite quella imperfetta, magari con delle ammaccatura. Si tratta, infatti, di quei prodotti scartati dai supermercati perché non perfetti e non corrispondenti agli standard.

Ancora, se avete un giardino oppure un terrazzo, potete trasformare in compost i cibi non utilizzati. Il compost è un fertilizzante naturale che può essere preparato con tutto ciò che è biodegradabile.

Infine, la lotta agli sprechi alimentari passa anche per la riduzione del consumo di prodotti usa e getta. Dobbiamo preparare una lasagna? Evitiamo di cuocerla nelle teglie usa e getta di alluminio: meglio utilizzare una teglia in ceramica evitando anche di utilizzare la carta da forno.

LEGGI ANCHE:

Come pulire il forno in modo naturale, i consigli per il fai da te
Come marinare la carne, i consigli per non sbagliare
Burro in cucina, i consigli su come sostituirlo
Pulizia e cura del frigo, le buone pratiche da seguire

Condividi

Rispondi