Pulizia e cura del frigo, le buone pratiche da seguire

Pulire il frigo non è uno dei momenti più idilliaci delle faccende domestiche, lo sappiamo tutti, è inutile nasconderlo. Ma spesso basta un po’ di accortezza e delle buone pratiche da seguire quotidianamente per evitare poi una faticaccia inutile.

Diamo un’occhiata quindi a queste buone pratiche per l’uso corretto dell’elettrodomestico e della sua pulizia. Semplici e pratici consigli per la casa.

La prima cosa da fare è quella di monitorare la temperatura dell’elettrodomestico in modo che sia sempre più o meno costante. Altra cosa da fare è quella di non sovraccaricare il frigo con troppi alimenti e di non appoggiarli sul fondo. Così si evita di bagnare e rovinare gli alimenti e, nello stesso tempo, di sporcare la parete del frigo.  

Altro consiglio salva cibo, ma anche salva odori, è quello di riporre gli alimenti più datati in avanti per consumarli prima ed evitare che vadano a male, magari dimenticati in fondo. Spesso è così che producono muffa e si contagiano tra di loro, presentando poi il conto per una fastidiosa pulizia.

Essenziale è anche non coprire le griglie perché si ostruirebbe il passaggio dell’aria. Altra cosa da fare, un po’ fastidiosa ma indispensabile, è sbrinare il frigorifero, di tanto in tanto, per evitare che blocchi di ghiaccio si creino sulle pareti e impediscono un uso corretto dell’elettrodomestico. Sì perché il ghiaccio non è un segnale positivo. Quando si presenta e vi resta per lungo tempo, sia nel frigo che nel congelatore, non solo riduce lo spazio per conservare i cibi ma ne ostacola anche il funzionamento con un dispendio di energia non indifferente.

In questo modo il frigo può essere anche pulito ed igienizzato, cosa da non trascurare e fare periodicamente. Non solo l’interno, con mensole e ripiani. Va dato uno sguardo anche alle guarnizioni rimovibili. Queste vanno lavate utilizzando una soluzione a base di acqua e aceto e poi ben asciugate. Per renderle ancora più isolanti si può passare del borotalco o dell’olio. In questo modo la chiusura del frigo aumenta di qualità e il freddo non si disperde.

Infine, per eliminare i cattivi odori, infallibili sono tre ingredienti che possono essere usati, singolarmente, in base alle disponibilità che si hanno in casa. Sono aceto, bicarbonato e suco di limone che vanno sistemati in un vasetto di vetro da lasciare in frigo per alcuni giorni. Basta questo per non sentire più il fastidioso odore quando si apre la porta.

di Francesca Bloise

Rispondi