Pulizia della moka, come eseguirla al meglio

Vi siete accorti che la vostra moka non dà più il meglio di sé e non sapete come rimediare? Non c’è da disperarsi. Non serve certo metterla da parte ed acquistarne una nuova. Per gli amanti del caffè la moka è un utensile inseparabile al quale ci si affeziona, soprattutto se la si possiede da tempo e insieme si sono vissute mille avventure tra passaggi generazionali, case diverse e traslochi.

La soluzione è facile e immediata: urge una pulizia più approfondita e specifica. La caffettiera ha bisogno di essere curata, e anche in modo specifico, per restituire un buon caffè. Non basta il lavaggio quotidiano. Ogni tanto è necessario concedere delle attenzioni in più alla caffettiera per ridarle lo splendore di cui ha bisogno.  

Pulizia della moka, la quotidianità  

Nella quotidianità è essenziale pulire la moka con accortezza. Lo sbaglio che molti commettono è quello di lavarla con il detersivo dei piatti o altri saponi. Assolutamente sbagliato come inserirla in lavastoviglie.

Serve solo acqua calda per eliminare i residui e le incrostazioni di caffè dalla moka. Un getto d’acqua abbondante e un’asciugatura con un panno assorbente, eliminando umidità e condensa, portatori di cattivi odori all’interno.

Pulizia della moka, come farla approfondita

Se tutto questo lo fate già passiamo a vedere quelli che sono dei piccoli trucchi casalinghi che aiutano a mantenere la moka sempre pulita, senza calcare e altre incrostazioni. Solo così il caffè sarà buono come si deve.

Innanzitutto è importante verificare periodicamente che tutti i pezzi siano integri smontando la moka e controllando filtro e guarnizione, da pulire con un panno umido. La guarnizione, inoltre, deve essere, morbida e integra, se così non è necessario sostituirla. Per il filtro, invece, se i forellini sono otturati serve rimuovere i residui di caffè con uno spillo.

Passiamo ora al lavaggio dei pezzi. È bene immergerli periodicamente in acqua bollente con un cucchiaio di aceto bianco, unasoluzione che aiuta a rimuovere le incrostazioni e tracce di calcare. E per fare ancora meglio e rimuovere il calcare anche all’interno, di tanto in tanto, si può riempire il serbatoio con acqua e aceto bianco mettendo la moka sul fuoco. Per accentuare l’igienizzazione si può aggiungere anche un pizzico di sale che aiuta maggiormente la pulizia. Per chi non ama l’aceto può sostituirlo con il bicarbonato preparando una miscela insieme acqua: due cucchiaini per litro.

Alla fine di questa operazione il mio consiglio è di effettuare uno o due caffè a vuoto. In questo modo si eliminano gli odori di aceto e bicarbonato e la moka è pronta per ritornare a fare il suo lavoro come si deve.

Francesca Bloise

Consigli casalinghi, legghi anche:

Rispondi