Spagna: gli 8 musei più belli da vedere a Barcellona

La Spagna è conosciuta per la sua creatività artistica e per la sua incredibile storia e, non a caso, gran parte di questo spirito e di quest’arte si trova a Barcellona, una città che è un’opera d’arte stessa con tutte le sue architetture realizzate dal visionario Salvador Dalì.

Dalle prime opere di Pablo Picasso ai manufatti storici, passando anche per la scultura modernista, ecco gli 8 musei più belli da vedere assolutamente a Barcellona per toccare con le mani la creatività degli artisti spagnoli e catalani e scoprire il loro mondo.

1.Museu Maritim de Barcelona

La reputazione della Spagna come nazione marinara è leggendaria e, nel bene e nel male, gli esploratori spagnoli, come quelli portoghesi e quelli inglesi, hanno attraversato tutto il globo, creando un potente impero.

Il Museu Maritim de Barcelona, caratterizzato da enormi soffitti a volta, è un vero santuario che custodisce la storia marittima del Paese.

La sua collezione ospita sia opere d’arte sia reperti di ogni genere e dimensione, come strumenti di navigazione, carte nautiche, dipinti e persino navi intere.

Due suoi pezzi forti sono l’Ictineo I e l’Ictineo II, due sottomarini in legno costruiti nel 1800 quando l’uomo cominciò ad esplorare il fondo del mare.

2.Museu Picasso

Anche se Pablo Picasso come uomo è una figura molto controversa e piena di misteri, la sua arte è considerata ancora oggi un’icona sia per quanto riguarda la sua abilità, sia per quanto concerne l’originalità delle sue visioni.

Il Museu Picasso si trova all’interno di cinque case medievali in pietra, tutte adiacenti, e raccoglie una collezione permanente di oltre 4000 dipinti.

La grande quantità di opere, insieme al posto unico nel suo genere, lo rendono uno dei luoghi migliori in cui esplorare l’immenso patrimonio lasciato dall’artista.

La collezione, oltre a presentare un gran numero di opere giovanili, mostra anche come Barcellona abbia influenzato in modo profondo Picasso.

3.Museu Nacional d’Art de Catalunya (MNAC)

Come la vicina Poble Espanyol, il sontuoso Museu Nacional d’Art de Catalunya (MNAC) fu costruito nel 1929 come parte dell’Esposizione Internazionale di Barcellona per mostrare l’arte e la cultura spagnola a tutto il mondo.

Oggi l’edificio in stile classico – la cui cupola è stata modellata su quella della Basilica di San Pietro di Roma – ospita una vasta e variegata collezione di arte catalana e spagnola di diversi stili e secoli, tra cui medievale, rinascimentale e modernista.

Vista la vastità dei suoi spazi, è consigliabile ritagliarsi un’intera giornata per visitare i suoi spazi e vedere tutte le opere racchiuse al loro interno.

4.Fundacio Joan Mirò

Situato sulla collina di Montjuic, da cui si gode una splendida vista sulla città di Barcellona, l’edificio della Fundacio Joan Mirò è stato progettato dall’architetto Josep Iluis Sert insieme ad uno dei più celebri artisti della scena surrealista spagnola e mondiale: Joan Mirò.

L’edificio minimalista custodisce centinaia di dipinti, sculture, ceramiche e arazzi creati da Mirò in persona.

5.Fundacio Antoni Tapies

Antoni Tapies, al contrario del suo ben più famoso collega, è meno conosciuto al di fuori dei confini spagnoli, ma questo non significa che la sua opera sia meno interessante!

Sulla cima dell’edificio modernista della sua fondazione, tanto per cominciare, si trova Cloud and Chair, un enorme nido d’acciaio e alluminio progettato in modo tale da rappresentare una sedia che emerge da una grande nuvola.

Quest’opera d’arte, così come quelle che si trovano all’interno del museo – sia permanenti che temporanee – riflette la sensibilità astratta e d’avanguardia dell’artista, che si dice sia nata durante i due anni dell’adolescenza passati a riprendersi da un attacco cardiaco correlato alla tubercolosi.

Il ruolo rivestito da questo museo, sia come luogo espositivo per altri artisti, sia come posto in cui vedere il lavoro di Antoni Tapies e degli altri fondatori, lo rende un importante centro d’arte a Barcellona e un must per chi è interessato al Modernismo Catalano.

6.Museu d’Art Contemporani de Barcelona

Considerato il tempio dell’arte moderna spagnola e catalana, il Museu d’Art Contemporani de Barcelona (MACBA) ospita una collezione rotante di circa 5000 opere d’arte che rappresentano tre epoche distinte a partire dalla metà del XX secolo.

La collezione già di per sé è degna di nota, ma lo stesso si può dire per il grande edificio “a forma di frigorifero”, la cui parte frontale in vetro è sia una caratteristica architettonica che un modo per consentire il passaggio della luce naturale.

Il MACBA è un museo che si distingue dagli altri, perfetto per tutti coloro che cercano un’ampia esposizione sul Modernismo spagnolo.

7.Fundacion MAPFRE

La MAPFRE è una compagnia assicurativa spagnola con sede a Madrid, ma la no profit della società, la Fundacion MAPFRE gestisce musei e sale espositive a rotazione in tutta la Spagna.

La sala espositiva di Barcellona, la Casa Garriga Nogués, è uno spazio eccezionalmente vasto ed elegante che si concentra sulle prime fasi della pittura moderna (1850-1950) e sui principali fotografi.

8.Museu d’Historia de Catalunya

Dedicato alla storia della Catalogna, il Museu d’Historia de Catalunya espone le mostre culturali, sociali e politiche della regione, dal Paleolitico fino all’Età Contemporanea.

Ospitato in un ex magazzino, l’attenzione di questo museo a fotografie, manufatti e ricostruzioni storiche lo rende una partenza interessante per altri musei a Barcellona.

Se sei curioso di scoprire cosa significhi essere catalani e provenire da questa parte del mondo, anche durante l’era del brutale dittatore militare Francisco Franco, questo è il museo che fa per te.

Di Francesca Orelli

VIAGGI CULTURALI: Leggi anche

Stramangiada di Poschiavo, 7 chilometri tra le specialità del Canton Grigioni e della Valtellina

Shahr-e Sukhteh, il gioiello archeologico dell’Iran

Esta Visa Usa: perché è necessario per i viaggiatori italiani?

I murales di Certosa: come Genova rinasce dopo il Ponte Morandi

One thought on “Spagna: gli 8 musei più belli da vedere a Barcellona

Rispondi