The Bold Type stagione 1: tra scrittura, moda e passione

È arrivata su Netflix questo mese, dopo un lungo periodo di esclusiva su Prime Video. The Bold Type è una serie americana femminista creata da Sarah Watson, che esplora il mondo dei magazine d. Segue le vicende di tre giovani quasi trentenni, interpretate da Katie StevensAisha Dee e Meghann Fahy, alle prese con le loro carriere nella sgargiante rivista di moda Scarlet.

Trama

Jane Sloan ha sempre avuto un sogno: lavorare per Scarlet. La rivista che leggeva fin da bambina le ha offerto finalmente uno stage come reporter, e quello si è appena evoluto in una vera e propria collaborazione lavorativa. Per Jane, è l’occasione non solo per dimostrare il suo valore come scrittrice, ma anche per crescere come donna.

Al suo fianco, le inseparabili amiche Kat e Sutton vivono a loro volta esperienze lavorative nella redazione di Scarlet. Il loro legame indossolubile è la chiave attorno alla quale ruota l’intera prima stagione della seria. Che ci porta a conoscere nel profondo le tre amiche e ad affezionarci senza riserve alla loro esaltante e brillante follia.

The Bold Type 1

The Bold Type: le ragazze audaci ce la fanno

Trovare una serie capace di affrontare tematiche delicate in maniera brillante e leggera non è affatto facile. Eppure The Bold Type riesce nell’impresa e si assesta al primo posto tra le serie comedy-drama da divorare episodio dopo episodio. Fresca, colorata, sfrenata e in molti tratti perfino commovente, è una serie in grado di rimanere impressa a lungo. Anche e soprattutto grazie al taglio giovane e femminista.

Immigrazione, emancipazione, crescita, violenza, prevenzione. I temi intorno ai quali ruota la serie sono molteplici e profondi, e la freschezza narrativa con la quale sono affrontati non ne sminuisce mai l’importanza. The Bold Type ha una forte personalità e parla con decisione alle giovani donne che stanno iniziando il loro percorso nella vita e nel lavoro.

Semplice riconoscersi in Jane e nelle sue amiche, e ancora più immediato condividere le loro travagliate vicissitudini. Dall’amore alla carriera, dalla politica all’empowerment, la prima stagione riesce a far risuonare dentro di noi quasi ogni aspetto affrontato. Dando al contempo lustro e visibilità a un campo, quello delle riviste femminili, spesso sottovalutato e denigrato.

Il messaggio della serie è chiaro e potente: si può fare politica anche sui tacchi a spillo, e la si può fare con stile ed eleganza. Basta avere qualcosa di importante da dire e imparare a far parlare il proprio cuore senza artifici e senza veli.

LEGGI ANCHE

Tiny Pretty Things: il lato oscuro della danza

La regina degli scacchi: la nuova imperdibile serie Netflix

Emily in Paris: moda e leggerezza su Netflix

Away: Marte non è mai stato così umano

Condividi

Rispondi