Goldrake, Alien e i Gremlins: le curiose gargolle di una chiesa francese

La Cappella di Betlemme (Chapelle de Bethléem) si trova a Saint-Jean-de-Boiseau, un comune con circa seimila abitanti nella Loira Atlantica. L’area in cui sorge era, per la presenza di una sorgente, in tempi antichi un luogo scelto dai druidi per celebrare Beltane, una delle festività legate al ciclo delle stagioni.

La cappella medievale non dimenticava le radici celtiche della popolazione

Nel XV secolo sul luogo venne edificata una cappella cristiana denominata Nostra Signora di Betlemme (Notre-Dame de Bethléem), classificata come monumento fin dal 1911. Tuttavia erano necessari grandi lavori di restauro, che ebbero luogo fra il 1993 e il 1995.
In particolare, si dovevano creare delle nuove gargolle per sostituire quelle andate perdute che adornavano i pinnacoli dell’edificio.

Le descrizioni dei soggetti andarono perdute, soprattutto quelli relativi al pinnacolo di sud-ovest

L’incaricato del restauro, l’architetto Gwenolé Congard, affidò il compito di ricreare le statue, 28 in totale, allo scultore Jean-Louis Boistel: ciascuna chimera si sarebbe basata sul significato simbolico attribuito al relativo pinnacolo e l’artista propose una commistione basata sulla tradizione cristiana, la mitologia e la cultura popolare moderna.

L’ardimentosa proposta non incontrò inizialmente il favore unanime della giunta comunale di Saint-Jean-de-Boiseau, ma in seguito all’entusiasmo per il progetto mostrato dai giovani della cittadina si diede il via libera ai lavori, che terminarono nel settembre del 1995.

Dalla Bibbia agli anime giapponesi, passando per i film americani

Molte sculture affondano le proprie radici nella tradizione, sia cristiana che pagana: l’Angelo, il Leone, il Druido, il Cavaliere Templare, L’Aquila, la Sirena, Adamo ed Eva… Ma ad attirare l’attenzione e la curiosità dei visitatori sono naturalmente le figure tratte da film o serie TV: ecco quindi nel pinnacolo di nord-est (simboleggiante le Origini) il leviatano rappresentato con le fattezze dello xenomorfo di Alien mentre sul pinnacolo di sud-ovest (l’Inconscio) svettano Gizmo (il mostro buono), un Gremlin (il mostro cattivo, lo spirito maligno), entrambi dal film Gremlins, e Goldrake (fenomeno culturale di massa in Francia come in Italia) a rappresentare la giustizia e la ricerca del bene, nelle sua veste di cavaliere dei tempi moderni.

La cappella è attualmente chiusa, ma è resta metà di curiosi e appassionati desiderosi di ammirare e fotografare le peculiari sculture.

Di Corrado Festa Bianchet

Guarda anche:

Rispondi