Perché Lucifer diventa mortale quando Chloe è vicina a lui?

Perché Lucifer diventa mortale quando Chloe è vicina a lui?” è una delle domande che, dopo essere stata digitata su Google dalle fan inglesi di Lucifer, ha cominciato ad essere posta anche dalle fan italiane, soprattutto dopo che la serie tv americana, che vede Tom Ellis nei panni di Lucifer, l’Angelo Caduto, ha fatto la sua comparsa su Netflix.

Osteggiata inizialmente con vigore, soprattutto dagli ambienti cattolici che, nel lontano 2016, avevano minacciato di boicottarla, Lucifer si è poi ritagliata un pezzo nel cuore degli spettatori, e non solo, perché dopo poche settimane anche le minacce più “estreme” si sono sciolte come neve al sole.

Il motivo? Sebbene la serie veda come protagonista il diavolo che, stanco e annoiato, decide di abbandonare l’Inferno e di concedersi una lunga vacanza a Los Angeles, dove in seguito, dopo anni di assenza dal suo regno, incrocia una detective (ex attrice, figlia di un poliziotto che è stato ucciso in un agguato) e, quasi “costringendola”, diventa il suo consulente personale e l’aiuta a risolvere i casi più intricati, è densa di significati cristiani e dove il bene e il male non hanno una distinzione netta (basti pensare ad Amenadiel, fratello di Lucifer, che da interregimo servo di Dio arriva ad intrecciare una relazione con Mazikeen, una demone e la carceriera più terribile dell’Inferno).

Amenadiel e Mazikeen: in Lucifer lui è un angelo, mentre lei una demone.

La serie, dopo essere stata interrotta bruscamente alla terza stagione, è stata reclamata a gran voce dai fan sui social network con hashtag #SaveLucifer diretti proprio a Netflix, che dopo averci pensato su, ha deciso di salvarla in extremis e di regalare una quarta stagione, uscita a maggio 2019, e di trasmettere anche le altre tre.

La quinta stagione, nonché ultima, farà la sua comparsa su Netflix soltanto nel 2020 e, in questa, pare che non solo vedremo ancora più colpi di scena, ma verranno sciolti anche diversi nodi.

Uno di questi però possiamo già scioglierlo ed è il motivo per cui Lucifer, una divinità, contro cui le pallottole sembrano rimbalzare neanche fosse fatto di gomma e si fa beffe di tutti i modi con cui gli esseri umani cercano di ucciderlo quando è nei panni di Lucifer Morningstar, proprietario ricco e donnaiolo del decadente Lux, diventa mortale quando Chloe si trova vicina a lui.

Chloe Decker in Lucifer

Ebbene, la risposta è semplice: perché lei ci tiene a lui. Non solo perché lei lo ama, ma anche perché ci tiene a lui e, questo affetto incondizionato, lo rende vulnerabile e, di conseguenza, mortale.

Chloe, e questo ci viene rivelato tra la seconda e la terza stagione, è un miracolo di Dio che viene piazzato sul sentiero di Lucifer da Dio in persona perché lui vuole solo il meglio per i suoi figli, inclusi quelli più ribelli.

E, da quello che sappiamo poi da Caino, che guarda caso appare anch’esso nella serie nelle vesti di Marcus Pierce, il nuovo capo di Chloe, la detective è stata posta sulla Terra soltanto per Lucifer, perché lei è l’unica che, con i suoi sentimenti, così umani ma anche così veri, riesce a renderlo vulnerabile (un’impresa che, a quanto pare, non riesce nemmeno a tutte le creature divine presenti in Lucifer).

Marcus Pierce, il nuovo capo di Chloe dietro cui si nasconde Caino.

Come finirà la storia tra Lucifer e Chloe?

Un altro punto interrogativo che si stanno ponendo i fan di Lucifer è: come finirà la storia tra Lucifer e Chloe?

Per il momento sappiamo, questo dal finale della quarta stagione, che Lucifer ha deciso di tornare all’Inferno per riprendere il suo posto e impedire che i demoni rinchiusi invadano la Terra, mettendola ferro e fuoco, mentre le poche anticipazioni della quinta stagione, non essendo ufficiali, non ci permettono di tracciare un quadro completo.

Lucifer e Chloe

Fare ipotesi su un finale ancora non scritto è rischioso, ma nel caso di Chloe e Lucifer gli autori potrebbero seguire tre strade: Lucifer Morningstar riesce a trovare qualcuno, un angelo, che regni sull’Inferno al suo posto e, tornato a Los Angeles, si mette insieme con Chloe Decker e i due vivono la loro storia alla luce del sole e continuano a risolvere i casi più intricati (un’opzione che, neanche a dirlo, è quasi desiderata dai fan, soprattutto da quelli più romantici); Chloe Decker, come ipotizzato da alcune riviste online all’inizio della serie, è un angelo, anche se Lucifer l’ha escluso perché non ha visto i segni delle ali sulla sua schiena (ci sono però altre “scappatoie mitologiche” che potrebbero ribaltare la situazione), e decide di seguirlo all’Inferno e di diventare la sua regina, anche se ciò comporterebbe l’abbandono della sua vita terrena e di Trixi, sua figlia, oppure, visto che non c’è modo di risolvere la questione per Lucifer e Chloe, i due si separano per sempre e la detective, consapevole di essere stata solo uno strumento di Dio, vivrà con il rimorso di quello che sarebbe potuto essere, ma che non si è tradotto in realtà, e lo stesso succede a Lucifer all’Inferno. Quest’ultima ipotesi, neanche a dirlo, è forse ancora più improbabile della seconda, perché scontenterebbe i fan e, oltretutto, solleverebbe anche domande legittime come “Perché a questo punto avete fatto anche una quinta stagione non vi siete fermati alla quarta?”

A questo punto non ci rimane che vedere cosa inventeranno gli autori e, dalle poche anticipazioni di Lucifer che conosciamo, sappiamo che hanno molto materiale e molte idee su cui lavorare, quindi non ci resta che lasciarci sorprendere.

Lucifer e Chloe: quale sarà il finale pensato per loro?

Di Francesca Orelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: