Scapece di melanzane alla calabrese

La scapece di melanzane è una ricetta tipicamente calabrese, facile da preparare e molto gustosa. Ideale da conservare a lungo in dispensa e saporita da mangiare sul pane fresco e come ottimo contorno per la carne. Un sapore delicato ma stuzzicante arricchito dall’aglio, dal peperoncino e dalla menta con i quali si condiscono le melanzane oltre che dal mix di aceto e limone con il quale vengono fatte marinare.

Le modalità di preparare la scapece di melanzane sono diverse: c’è chi lascia le melanzane con la buccia e le taglia grossolanamente a pezzetti proponendo in tavola un contorno molto scuro e chi, invece, le melanzane le sbuccia e le taglia a filetti sottilissimi così che il preparato si presenti molto chiaro. E poi ci sono differenze anche nella modalità di preparazione tra chi preferisce far sbollentare i filetti di melanzane in acqua e aceto e chi la versione a crudo con una leggera e gustosa marinatura di aceto e limone. Oggi vi illustrerò questa seconda versione, più delicata e gustosa, secondo il mio parere.

Ingredienti:

  • Melanzane, ideali sono quelle lunghe e non troppo grosse che all’interno non contengono semi;
  • Aceto;
  • Limoni;
  • Sale;
  • Menta;
  • Aglio;
  • Peperoncino

Procedimento:

Si inizia con lo sbucciare le melanzane per poi tagliarle a filetti sottilissimi. È consigliato sbucciare una melanzana per volta così da non farla diventare nera. Mettere i filetti di melanzane in una ciotola o in un contenitore molto capiente e bagnare di volta in volta con aceto e succo di limone, aggiungendo anche una manciata di sale, mescolando di tanto in tanto. Quando tutte le melanzane saranno tagliate a filetti accertarsi che siano ben coperta dal limone e dall’aceto, coprire con un panno e lasciare riposare per almeno 24 ore. In questo modo i filetti risulteranno bianchi e profumati.

Trascorso il tempo per la marinatura, è necessario inserire le melanzane in un torchio così da eliminare tutta l’acqua dell’ortaggio, l’aceto e il limone. Allargare con le mani i filetti pressati, riporli in una ciotola capiente e condire con menta, aglio e peperoncino, scegliendo tra la versione piccante e non. Lasciare insaporire e mescolare di tanto in tanto per poi inserire le melanzane nei vasetti avendo cura di pressare bene i filetti conditi. Per conservare la scapece di melanzane in dispensa è necessario far bollire i vasetti a bagnomaria per circa 20 minuti, ricoperti da strofinacci e d’acqua.

Non inseriremo olio. Il motivo? La scapece, una volta aperto il vasetto, si conserva più a lungo e non rischia di ammuffire. Nello stesso tempo non ci sarà la necessità di aggiungere sempre olio per coprirla con un deciso risparmio. Basterà solo condirla con l’olio al momento e gustarla in tutta la sua bontà.

di Francesca Bloise

Rispondi