Baccalà con patate e olive nere, una ricetta tutta calabrese

Il baccalà con patate e olive nere è un secondo piatto semplice ma ricco di gusto, una ricetta che proviene dall’antica cucina tradizionale calabrese.

Originariamente questa ricetta veniva chiamata anche “Stocco di Mammola”, perché nata appunto a Mammola, dove il baccalà veniva cucinato in recipienti di terracotta e accompagnato da ingredienti semplici della quotidianità contadina.

Il baccalà, le patate, i peperoni e le olive non sono solo gli ingredienti di base di questo piatto, ma elementi essenziali di molte ricette della cucina calabrese.

Lo stoccafisso, in Calabria è l’unico pesce che viene accompagnato dal corposo vino rosso locale.

Se vi siete incuriositi, ecco la ricetta del baccalà con patate, olive nere e peperoni:

Ingredienti

1 kg di baccalà dissalato

1 kg di patate

1 kg di pelati o salsa di pomodoro

4 peperoni essiccati

1 cipolla rossa

olive nere in salamoia q.b.

olio extra vergine di oliva

sale q.b.

Preparazione

In una pentola di terracotta versate l’olio extra vergine di oliva e fate soffriggere la cipolla tagliata a fette. Dopodiché aggiungete i pelati o la salsa di pomodoro e cuocete a fuoco moderato per 5 minuti circa.

Aggiungete quindi il sale, le patate a spicchi e dopo qualche minuto il baccalà a pezzi.

Cucinate a fuoco molto lento per 20 minuti circa. Unite in seguito le olive, i peperoni e mescolate con cura e vigore, agitando l’intera pentola.

Spegnete quindi il fuoco, lasciate riposare il piatto per qualche minuto e servite il baccalà ancora caldo.

di Virna Cipriani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: