Cinema: pubblicata la mappa dei talenti italiani

Emilia Romagna, Lombardia e Lazio le regioni con più registi vincitori di premi internazionali di Cinema

Roma, 9 maggio 2024 – Il cinema, un linguaggio universale che unisce gli appassionati di tutto il mondo, ha visto l’Italia giocare un ruolo fondamentale nello sviluppo di questa forma d’arte, offrendo al mondo cinematografico lungometraggi e registi che hanno fatto la storia e influenzato generazioni di cineasti internazionali.

Per avere un quadro di insieme dei talenti cinematografici italiani è stato realizzato uno studio, che fotografa le province e regioni che hanno dato i natali ai registi vincitori dei principali festival cinematografici europei.

Tra grandi città e piccoli borghi, scopriamo insieme le classifiche e le curiosità derivate da questa interessante indagine.

Festival e trionfi italiani

La prima parte dello studio, a cura della piattaforma di corsi di lingua online Preply, si focalizza sulle analisi delle vittorie italiane nei festival di Berlino, Cannes, Locarno e San Sebastian.

L’Orso d’Oro, il prestigioso premio del Festival di Berlino, ha visto trionfare registi italiani tra gli anni ’50 e il 1972, con un ritorno al successo nel 1991 grazie a Marco Ferreri.

Anche a Cannes l’Italia si è distinta, piazzandosi al terzo posto per numero di vittorie totali.

A Locarno invece il cinema italiano può vantare 11 successi, mentre a San Sebastian i successi italiani hanno segnato il periodo del boom economico, con l’ultimo trionfo nel 1981 di Marco Ferreri.

Emilia-Romagna contro Lombardia e Lazio: la corsa al primato regionale

Lo studio si concentra successivamente su quelle regioni che hanno dato i natali al maggior numero di registi vincitori dei primi premi dei festival presi in questione. Al terzo posto troviamo l’Emilia-Romagna, grazie ai successi – tra gli altri – di Pasolini, Fellini e Antonioni, mentre a contendersi il primato sono due delle regioni più popolose ed estese d’Italia: Lombardia e Lazio. Chi l’avrá spuntata?

Province: testa a testa Roma-Milano

Un discorso analogo è stato fatto per le province di provenienza dei registi: si possono notare una serie di province che vantano una vittoria. Di questo gruppo, solo Bari e Napoli rappresentano il sud Italia, a testimonianza di una predominanza del centro e del nord.

Segue poi un gruppo con 2 vittorie con Genova, Frosinone e Pisa, preceduto da Ferrara, con 3 vittorie. Ancora una volta sono i capoluoghi di Lazio e Lombardia a contendersi il gradino più alto del podio grazie a registi come Elio Petri, Gianfranco Rosi, Luchino Visconti e Dino Risi.

Conclusioni: predominanza del Nord e isole a secco

Da questa analisi spicca la netta predominanza del nord Italia, fatta eccezione per Roma e il Lazio con le sue numerose vittorie; fa notizia anche l’assenza di rappresentanza delle due isole e della zona orientale del centro Italia.

Interessante anche la presenza di grandi città e piccoli paesi, a simboleggiare la varietà dell provenienza dei registi italiani.

A livello di anni di vittorie, invece, si nota il boom italiano nei primi anni di assegnazione di questi premi, seguito dal declino degli ultimi decenni.

Chi desidera approfondire lo studio realizzato da Preply può trovare tutti i risultati completi di statistiche, grafici e classifiche nella pagina della ricerca.

La metodologia dello studio

Lo studio è stato effettuato analizzando i vincitori italiani del premio principale nei festival cinematografici di Berlino, Cannes, Locarno e San Sebastian. Successivamente è stato stilato le vittorie dividendole in base alla provincia e alla regione di provenienza del regista, per poi creare delle classifiche in base al numero di vittorie.

Riguardo a Preply

Preply è una piattaforma per l’apprendimento delle lingue online che mette in contatto insegnanti e centinaia di migliaia di studenti in 180 paesi nel mondo. Il suo database contiene più di 40.000 insegnanti che insegnano oltre 50 lingue, supportati da un algoritmo di apprendimento automatico che consiglia i migliori per ciascuno studente. Nata negli Stati Uniti nel 2012 da tre fondatori ucraini, Kirill Bigai, Serge Lukyanov e Dmytro Voloshyn, Preply è cresciuta passando  dall’essere un team di 3 persone a una società di oltre 600 dipendenti di 62 nazionalità diverse, con uffici a Barcellona, New York e Kiev.

Da comunicatistampa.net
Condividi

Rispondi