Iraq: la siccità porta alla luce un misterioso palazzo risalente a 3400 anni fa

Le acque ritirate del bacino idrico della diga di Mosul, in Iraq, hanno riportato alla luce una delle scoperte archeologiche più importanti della regione: un palazzo vecchio di 3400 anni, risalente all’Impero Mittani e scampato per puro miracolo alla furia dell’Isis.

Gli archeologi curdi e tedeschi, che lo hanno scoperto, hanno rivelato che l’Impero Mittani è uno degli imperi antichi meno compresi e tutt’ora avvolti nel mistero.

La scoperta, resa possibile grazie alla siccità che ha diminuito significativamente il livello dell’acqua nel bacino della diga di Mosul, è stata annunciata giovedì 27 giugno 2019 presso l’Università di Tübingen e, a oggi, è una delle più importanti avvenute nell’ultimo decennio.

Proprio l’anno scorso un team di archeologi aveva lanciato un segnale d’allarme per mettere al riparo delle rovine quando le acque del fiume Tigri si erano ritirate. Le rovine infatti facevano parte di una manciata di reperti risalenti all’Impero Mittani.

“L’Impero Mittani è uno degli imperi meno ricercati del Vicino Oriente” ha dichiarato l’archeologa Ivana Puljiz. “Ancora adesso non abbiamo idea di dove possa trovarsi l’antica capitale dell’Impero Mittani.”

Il team ha avuto poco tempo per catalogare i reperti, in quanto dopo poco tempo le acque della diga hanno ricominciato a salire. Sono però riusciti a trovare e a catalogare ben 10 tavolette d’argilla, scritte in caratteri cuneiformi, all’interno del palazzo.

“Abbiamo trovato anche resti di pitture murali sul blu e sul rosso” ha aggiunto Puljiz. “Nel secondo millennio avanti Cristo i murales erano probabilmente una caratteristica tipica dei palazzi del Vicino Oriente, ma raramente si trovano ben conservati: anche per questo la scoperta dei dipinti murali a Kemune è importante e regala un’emozione indescrivibile.”

Un team di ricercatori, situato in Germania, ora cercherà di decifrare le 10 tavolette di argilla, che sono state recuperate dal sito. Sperano infatti che i caratteri cuneiformi possano rivelare qualcosa di più sull’Impero Mittani, che a quei tempi dominava la vita degli abitanti della Siria e della Mesopotamia settentrionale.

Di Francesca Orelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: