Non solo Nadia Toffa: ecco i 10 vip sconfitti dal cancro che, con la loro testimonianza, sono stati un esempio per tutti (II parte)

2.Alan Rickman

Membro della Royal Shakespeare Company, si fece notare per la prima nel 1986 quando interpretò il Visconte di Valmont ne Le relazioni pericolose, mentre due anni dopo, nel 1988, ottenne una piccola parte in Trappola di Cristallo.

La fama mondiale però la raggiunse negli anni Duemila per l’interpretazione del professor Severus Piton in Harry Potter.

La sua voce era considerata una delle più perfette del cinema contemporaneo, perché, come descritta dall’attrice Helen Mirren, era dolce come il miele e affilata nello stesso tempo come uno stiletto.

Il 14 gennaio 2016, quattro giorni dopo David Bowie, è deceduto a 69 anni per un cancro al pancreas dopo aver prestato la voce ad Absolem nel film Alice attraverso lo specchio.

3.Ronnie James Dio

Considerato uno dei padri dell’heavy metal americano, Ronnie James Dio fu il primo ad utilizzare il gesto delle corna come segno di riconoscimento tra i metallari (e a chi lo accusò di essere volgare, pare che rispose che si trattava di un gesto di buon augurio che aveva ripreso dalla nonna).

Ha collaborato con i Black Sabbath, Tony Iommi, Geezer Butler e Vinny Appice, e anche inciso un unico album in studio con gli Heaven and Hell, The Devil You Know, prima che il 16 maggio 2010, dopo aver combattuto con esso per sei mesi, venisse sconfitto da un cancro allo stomaco.

4.David Bowie

David Bowie, che durante gli anni Settanta e Ottanta portò in scena personaggi come il Duca Bianco e Ziggy Stardust, nel 2013, dopo aver dedicato ben 51 anni della sua vita alla musica, si è ritirato dalle scene, salvo poi annunciare a sorpresa l’8 gennaio 2013 l’arrivo di un nuovo album, registrato in segreto, dal titolo The Next Day.

Nel 2014, dopo aver scoperto di essere affetto da un cancro molto aggressivo al fegato, Bowie registrò il suo ventiseiesimo album, Blackstar, ritenuto oggi il suo canto del cigno.

Il cantante, dopo che nel 2015 seppe che gli restava poco tempo da vivere (il cancro si era propagato in tutto il suo corpo), tenne segreta la sua malattia e, il 7 dicembre, fece la sua ultima apparizione pubblica alla prima della commedia musicale Lazarus.

È morto il 10 gennaio 2016, due giorni esatti dopo l’uscita di Blackstar.

Di Francesca Orelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *