Evoluzione

L’evoluzione del cervello dall’Australopiteco all’Homo sapiens

Circa 40 milioni di anni fa, l’aumento improvviso di ossigeno rappresentò un momento fondamentale per gli esseri viventi sulla terra. La nuova energia acquisita e le possibilità di difendersi meglio dai predatori comportarono una pressione ambientale maggiore da dover affrontare. La capacità di sapersi adattare, infatti, rappresenta da sempre non solo la base della sopravvivenza,

L’evoluzione del cervello dall’Australopiteco all’Homo sapiens Leggi tutto »