Il coniglio o lo stregone

C’era una volta…no, non voglio iniziare così…

Un giorno d’inverno, freddo e lungo portò ad un incontro …il mago cattivo aveva visto passeggiare una strega bianca in mezzo al bosco e si invaghì di lei…

Era impazzito lo stregone al punto tale che decise che lei doveva essere sua…la sognava, la immaginava sotto ad un piumone rosso, rosso rubino… accanto a lui mentre dormiva, ma…non poteva averla…il perché? Lei era una strega bianca e non apparteneva al suo circolo di malvagi!

Ma…torniamo un attimo indietro nel tempo!

La storia dello stregone cattivo risale ad un periodo lontano dove un uomo dal cuore nobile aveva concesso il suo prezioso amore ad una strega cattiva, che volendo solo fare del male alla specie umana gli aveva infranto il cuore in mille pezzi. L’uomo circuito dalla malvagia si era arreso alla magia ed era entrato a far parte di un mondo a lui sconosciuto, rubandone, così, tutti i segreti…

Dal momento in cui il cuore dello stregone era stato infranto, tutto non era più tornato al suo posto e così vagava tra le terre, vicine e lontane, in tutte le stagioni dell’anno non incontrando più l’amore. Un giorno, tornando a noi e alla nostra bella favola, lo stregone ormai diventato cattivissimo, vagando nel mezzo di un bosco vide la graziosa strega bianca girovagare nel sentiero e…tutto ad un tratto il suo cuore ricominciò a battere…non gli sembrava vero, risentiva qualcosa che gli usciva dal petto tanto il rumore del suo battito aveva comportato.

Doveva essere sua, il vero problema si poneva nel fatto che la strega bianca non apparteneva al suo settore e così decise di fare qualcosa di strano…doveva farla innamorare!

2 occhi di gatto, una coda di rospo, 3 zampe di coniglio, 5 orecchie di topolino e…un intero coglione di uomo furono gli ingedienti per la pozione magica!

Tempo ne passò e la strega bianca, dolce ma forte di carattere, non cadeva alla debolezza della magia…passò molt’acqua sotto i ponti, e lo stregone avanzava sempre più nel pensiero di lei con piccoli mezzucci dati da strumenti a lui noti, però diciamoci la verità la strega bianca mai cadeva alle provocazioni, si mostrava sempre fredda e distaccata quasi “snob “ e credendo che la pozione non fosse riuscita (forse soprattutto perché il coglione adoperato non era buono nemmeno a quello di essere coglione) si allontanò…

Lo stregone immaginò che una donna poteva esser sua solo facendola soffrire, così iniziò a frequentare una coniglia…già i conigli sono noti per tante qualità, in primis (non volendo ricordarne una in particolare) per essere codardi, non avere il coraggio di affrontare persone e situazioni  è la loro caratteristica…

Ad un tratto la strega bianca vedendo i due conigli insieme  provò una fiamma dentro che non riusciva a capire, a spegnere, a domare e non comprese il perché stava succedendo proprio a lei di innamorarsi di un coniglio , perché doveva immaginare la sua vita accanto ad un uomo malvagio che desiderava solo abusare della sua bontà…

Forse era amore? Ancora è un mistero su quella sera certo fu che quel giorno dove un’arpa e due conigli festeggiavano non potranno essere più dimenticati da lei e da tantissime persone perché nel momento in cui lei li vide anche il suo cuore si infranse. Difatti, volle fuggire da quel luogo e proprio quel luogo risentì delle urla nascoste dell’animo della strega  visto che dopo poco la terra tremò, si aprì una voragine e la coniglietta morì!

La strega bianca continuava a scappare per non farsi trovare ma  doveva pur affrontare la realtà e fermandosi decise di aspettare …

Cosa successe? Tutto rimase invariato? La storia come finì? Belle domande…

La strega bianca cadde in un sonno profondo e non riusciva a svegliarsi (non ci fu alcun bacio di nessun principe, non ce ne sono più : è stata abolita la monarchia) , fece un sogno lunghissimo nel quale lo stregone ne era protagonista ma non era cattivo ..anzi, lo riusciva a vedere col cuore di una volta, però il problema che se si fosse svegliata lo avrebbe perso e tutto sarebbe tornato come prima…quindi che fare?

Voi a questo punto cosa tifate? Sperate nel lieto fine?

2 soluzioni:

-o la strega continua a sognare e non si sveglia più avendo accanto a sé l’uomo della sua vita con un cuore grandissimo

-o lo stregone la continua a  far innamorare e disperare con le sue cattiverie…

La storia non avrà una fine, forse perché ancora non è scritta…

Io il lieto fine l’ho pensato e magari non rientra tra le due ipotesi scritte…. Però visto che è una favola un finale è giusto che lo abbia!

Infatti un colpo di scena improvvisamente ci fu, un angelo caduto dal cielo riportò un cuore allo stregone cattivo che diventato di nuovo buono ammise di aver sbagliato …

la strega bianca si arrese, non  voleva più fuggire ed intanto il destino lavorava per loro..

si abbatterono i muri e tra i due ci fu un chiarimento inaspettato e poi…

a voi l’immaginazione!