Conoscersi

Spread the love

Un giorno per caso un uomo incontra una ragazza (non è la canzone di Dalla, ma una cosa simile).

Un uomo maturo, non un ragazzotto scemo e poco gentile..uno di quelli arroganti che ti beffeggiano da lontano scrutando le tue linee e apprezzano solo sedere e seno…

Dicevo un uomo di cui puoi fidarti solo da quando gli stringi la mano e sai che quella stretta non potrà mai ferirti.

Insomma  la donna minuta spalancò gli occhi, dopo le innumerevoli delusioni recenti avute e così disse : “Salve” ma di lì a poco una sorpresa sconvolgente!

Si erano parlati per un pochino, si erano scambiati confidenze, ma la donna, ormai diffidente, si discostava continuamente. Il signorotto voleva la sua fiducia, non voleva ingannarla (?) ma cosa poteva fare per conquistare la sincera amicizia della donna per caso?

Si incontravano al calar del sole, si dicevano buongiorno all’alba , un saluto di qua e uno di là e il conoscersi aumentava…

Non sarà questa una storia d’amore, né di amicizia…

Lui , infatti era coinvolto dal suo matrimonio e immerso nei problemi lavorativi, in più ogni tanto qualche preoccupazione per i figli…le confidenze continuavano e lei scoprì addirittura che lui non aveva solo sua moglie ma era amato anche da un’altra donna per cui, come vi raccontavo, poc’anzi, la faceva star tranquilla sul fatto che avventure non le potevano esser chieste…

Ma allora perché, vi stavate chiedendo, vi sto raccontando tutto questo? Non so…però vi dico che lui le aveva promesso una sorpresa, già una splendida sorpresa…

Lei  stupida aveva capito già tutto…quindi continuava a chiedersi il perché di tanto affetto proprio a lei che nessuno le concedeva nemmeno un buongiorno al mattino…e una risposta se la diede…il suo cuore sapeva, sapeva di cosa si trattava…di cosa poteva aspettarsi all’improvviso…e piangeva disperatamente, o per paura di rivivere la tristezza o soprattutto perché aveva paura di essere felice, sì schifosamente felice…

Un giorno però capì della trappola, o meglio lei in quella “trappola” ci era voluta cadere dal primo momento in cui lui aveva aperto bocca, perché se le parole  non dicono, il sesto senso femminile avverte e conferma certe volte…

D’un tratto una tempesta nel cuore di lei una tempesta che la confuse, la mise al tappeto…lui aveva provocato un sobbalzo, lei non sapeva più che fare…

Perché il problema è proprio questo: “Scegli, o fissi la tempesta o guardi l’orizzonte..tra l’altro bellissimo!”

Ma come si fa a guardare l’orizzonte se non hai occhi che possano farlo in quanto piove a dirotto e stai in mezzo a un cielo che presagisce solo  un grosso e furibondo acquazzone?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: