A Firenze la mostra “Soglie dell’Invisibile” 2024

Un’esperienza artistica che va oltre le barriere della conoscenza umana, che guarda al passaggio dal regno della necessità al regno della libertà

Firenze, 30 maggio 2024 – Nel centro di Firenze, presso il palazzo storico della famiglia Bagnese, nella Galleria d’Arte Shanlu, si possono ammirare le splendide opere d’arte in esposizione alla mostra “Soglie dell’Invisibile” 2024 di artisti contemporanei italiani e cinesi.

La mostra raccoglie opere di numerosi artisti celebri cinesi e occidentali, con una vasta prospettiva internazionale e uno spirito esplorativo, ed ha attirato l’attenzione di numerosi artisti e istituzioni artistiche,  suscitando grande risonanza nella comunità artistica internazionale.

Un’esperienza artistica che va oltre le barriere della conoscenza umana

Il curatore Yuanqi Cao e il suo team curatoriale, con ispirazione filosofica e una visione unica, offrono ai visitatori un’esperienza artistica che esplora le soglie e le barriere nascoste della conoscenza umana, nonché la passione artistica di attraversare soglie e abbattere barriere, per gettarsi nel mare della mente.

Il nome della mostra prende ispirazione dai muri di schermatura all’ingresso degli edifici antichi, usati per bloccare la vista diretta.

Il termine “Soglie” simboleggia gli “ostacoli e la conservazione”, rappresentando lo stato mentale delle persone di fronte ai confini sconosciuti e invisibili.

Un confine che è una soglia invisibile che distingue la percezione umana tra apparenza e sostanza. E che ha caratteristiche del mondo naturale così come significati spirituali e metafisici.

Superare barriere e attraversare confini è un mezzo necessario per il progresso e lo sviluppo umano.

Questo impulso di attraversare deriva dall’interesse conoscitivo per l’ignoto, stimolando l’esplorazione del confine tra noto e ignoto, realizzando così il passaggio dal regno della necessità al regno della libertà.

Personalità ed istituzioni in visita alla mostra

Il 4 maggio, alla cerimonia di apertura della mostra, rappresentanti di istituzioni artistiche, professori di accademie di belle arti e artisti, provenienti da tutto il mondo, si sono riuniti per condividere questo straordinario evento artistico.

Sono intervenuti alla mostra la professoressa Susanna Ragionieri di Storia dell’Arte Contemporanea dell’Accademia di Belle Arti di Firenze, il professor Giandomenico Semeraro di Critica d’Arte e la professoressa Angela Sanna di Storia dell’Arte Contemporanea dell’Accademia di Brera, arrivata appositamente da Milano, così come artisti di rilievo come Mimmo Roselli, leader del pensiero artistico contemporaneo Walter Puppo, lo storico dell’arte Roberto Pupi, il noto regista e produttore italiano Duccio Ricciardelli e l’artista visiva Silvia Noferi. Tutti hanno lodato l’evento e gli organizzatori della Isolart Gallery.

La sera dell’inaugurazione la mostra ha inoltre attirato l’attenzione dei principali media italiani e ha ricevuto la copertura del canale televisivo regionale Toscana TV, che ha intervistato i rappresentanti e i curatori della mostra, raggiungendo oltre 3,7 milioni di spettatori nella regione Toscana.

Gli artisti partecipanti alla mostra (in ordine alfabetico):

Bian Guanglan – Stefano Borghi – Itit Cheung – Chen Yuwei – Chen Yufei – Carlo Cantini & Roberto Pupi – Lucas Dragone – Fu Danrong – Jin Fan – Liu Lihong – Lu Liangyun – Li Linhui – Li Fengwei – Luo Rongrong – Liu Shuyi & Feng Yachu – Li Yeqing – Mimmo Roselli – Silvia Noferi – Ouyang Yi – Gildardo Gallo – Ren Huizhong – Walter Puppo – Duccio Ricciardelli & Marco Bartolini – Tan Chongzheng – Sun Qian – Taylor Chyn – Tian Shunyu – Wang Xiaoqing – Wang Senlin – Wu Runjia – Xiang Chenlu – Xu Chi – Xu Jinbo – Yang Jinmao – Yang Yumeng – Yuheng – Ye Zhixuan – Zhong Ming – Zheng Guixi – Zhang Tianchen – Zhang Xintong – Yiqi Zhao – Zhe Yingying

Da comunicatistampa.net
Condividi

Rispondi