The Good Place: su Netflix, il brillante finale di serie

Dopo quattro stagioni ricche di umorismo e colpi di scena, The Good Place è arrivata al termine all’inizio del 2020. Su Netflix Italia abbiamo dovuto aspettare un po’, ma finalmente anche noi abbiamo la possibilità di vedere Il finale di questa serie bizzarra e terribilmente originale. Ci è piaciuto? Be’, difficile non adorare una conclusione così magistrale.

La quarta stagione di The Good Place

A differenza del solito, non ci lanceremo in un piccolo riassunto di quello che troverete nella quarta stagione di The Good Place. Se c’è una cosa, infatti, che la rende una serie così avvincente è proprio l’altissimo contenuto di colpi di scena e cambi di direzione; un elemento che ci ha coinvolti fin dalla prima stagione. Raccontarvi quello che troverete negli episodi finali, dunque, non può che rovinarvi la visione.

Ma non per questo ci faremo mancare qualche nota sulla trama di quest’ultima stagione. In primis, preparatevi a un nuovo ribaltamento del tavolo, un nuovo sconvolgimento dei canoni ai quali eravamo abituati fin qui. Eleanor, Chidi, Jason e Tahani continuano a sorprenderci con la loro profonda umanità, e a farsi messaggeri di un inno alla bellezza del genere umano.

Non mancano certo i lati comici ai quali siamo affezionati, né i veri e propri momenti di wtf che rendono The Good Place così leggera e divertente. Anzi, sono proprio questi a permettere di veicolare così bene quella che poi è la vera e propria morale della serie: l’umanità è perfetta nella sua imperfezione.

The good place
Kristen Bell as Eleanor, William Jackson Harper as Chidi, Ted Danson as Michael and D’Arcy Carden as Janet.

Una serie avvincente fino alla fine

Difficile trovare una serie che mantenga un livello tanto altro per 53 episodi. Eppure The Good Place riesce nell’intento e arriva alla conclusione perfetta per le vicissitudini ultraterrene dei protagonisti e dei loro comprimari. Michael Schur ha il merito di aver reso unica e memorabile una storia che tutti conosciamo molto bene, dandole delle sfumature di originalità e freschezza uniche.

Moltissimo fanno anche gli interpreti, che da Kristen Bell (Eleanor) a William Jackson Harper (Chidi), da Ted Danson (Michael) a D’Arcy Carden (Janet), Jameela Jamil (Tahani) e Manny Jacinto (Jason) danno vita a personaggi destinati a rimanere impressi nella mente a lungo, anche dopo il finale di stagione.

Se fino ad ora non avevate dato una possibilità a The Good Place, il nostro consiglio è di recuperare questa grande mancanza al più presto. Trovate la serie intera su Netflix, da guardare possibilmente in lingua originale per non perdere neanche un briciolo del suo incredibile carattere.

LEGGI ANCHE

Ava: storia di un’assassina sull’orlo del crollo

Wolfwalkers: quando il popolo dei lupi e quello degli umani si incontrano

Lupin: il fascino del ladro gentiluomo

Scrittura creativa e cinema: Il codice da Vinci e la pistola di Čechov

Condividi

Rispondi