Cashback di Natale, rimborsi fino a 150 euro: cos’è e come funziona

L‘extra cashback consiste in un rimborso fino 150 euro a dicembre, destinato a chi fa almeno 10 spese con carte e app presso dei negozi fisici. Misura voluta dal Premier Giuseppe Conte, si presenta come una somma aggiuntiva rispetto al piano che inizierà a partire da gennaio 2021. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cos’è e come funziona il cosiddetto cashback di Natale.

Cashback di Natale, cos’è e come funziona

Introdotto con la Legge di Bilancio 2020, il cashback è stato pensato al fine di disincentivare l’uso del contante, favorendo così i pagamenti digitali e contrastare l’evasione fiscale. In pratica consiste in un rimborso da parte dello Stato ai cittadini per gli acquisti effettuati attraverso l’utilizzo di carta di credito, bancomat o dispositivi mobili. Entrando nei dettagli, il cashback di Natale dovrebbe consistere in un rimborso fino a 150 euro a dicembre per chi fa almeno 10 spese utilizzando carte o app presso dei negozi fisici.

In questo modo si intendono favorire gli acquisti a ridosso delle festività natalizie. Stando alle prime indiscrezioni, quindi, dovrebbe consistere in un rimborso del 10%, fino a un tetto massimo di spesa di 1.500 euro, per chi usa carte e app per pagare gli acquisti svolti nel mese di dicembre. La misura, come già detto, andrebbe così ad aggiungersi al piano cashback previsto per il 2021.

Come aderire e ottenere il rimborso

Per aderire al programma cashback bisogna registrarsi sull’app Io e associare più strumenti di pagamento, anche virtuali, purché alternativi al contante. Per quanto riguarda l’extra cashback di Natale, dovranno essere effettuate almeno 10 operazioni nel mese di dicembre e non verranno presi in considerazione gli acquisti online, ma solamente quelli effettuati presso negozi fisici. Potranno essere conteggiati, invece, la spesa effettuata nei supermercati e nei negozi, ma anche i pagamenti delle fatture di artigiani e professionisti, compreso l’idraulico.

Il rimborso, ricordiamo, verrà erogato dalla Consap direttamente sul conto corrente indicato, entro il 28 febbraio 2021. Per quanto concerne il cashback ordinario, in programma da gennaio 2021 a giugno 2022, per ottenere il rimborso bisognerà fare almeno 50 operazioni a semestre, Anche in questo caso è pari al 10%, fino ad un tetto massimo di spesa di 1500 euro in 6 mesi. Il rimborso totale massimo che è possibile ottenere in un anno, quindi, è pari a 300 euro per codice fiscale.

Per finire, ricordiamo, è possibile beneficiare anche del super cashback. Si tratta di un rimborso pari a 1.500 euro destinato ai primi 100 mila soggetti che registreranno il maggior numero
di transazioni senza l’utilizzo di contanti in 6 mesi. Ogni semestre il conteggio riparte da zero. In ogni caso, sia che si tratti di extra cashback, di cashback ordinario oppure super cashback, è vietato fare frazionamenti dei pagamenti riferibili al medesimo acquisto e presso lo stesso esercente.

Condividi

Rispondi