Bonus ristoranti, quando e come richiedere il contributo da mille a 10 mila euro

In seguito all’emergenza covid il governo ha adottato una serie di misure volte a contrastare la diffusione del virus. Oltre ad un impatto sulle nostre abitudini, però, si deve fare i conti con le difficoltà riscontrate nel mondo del lavoro, con alcuni settori più colpiti di altri. Proprio in questo ambito si inserisce il bonus ristoranti, una misura contenuta nel decreto agosto, per favorire l’acquisto di prodotti 100% made in Italy, Entriamo quindi nei dettagli e vediamo quando e come è possibile richiedere tale contributo.

Bonus ristoranti, chi può farne richiesta

A partire dal 15 novembre fino al 28 novembre, è possibile fare richiesta per il bonus ristoranti, il cui valore va da mille euro fino ad un massimo di 10 mila euro. Si tratta, come già detto, di una misura prevista nel decreto Agosto, grazie alla quale si intende favorire l’acquisto di prodotti delle filiere agricole e alimentari 100% Made in Italy, anche Dop e Igp, compresi quelli vitivinicoli, in modo tale da valorizzare le materie prime del territorio.

Possono fare richiesta di questo bonus: pizzerie, mense, i servizi di catering, gli agriturismi e gli hotel con somministrazione di cibo. Non ci sarà alcun click day e l’ordine di presentazione delle domande non inciderà sul riconoscimento del contributo. Ricordiamo, inoltre, che possono farne richiesta solamente i soggetti che, nel periodo compreso da marzo a giugno 2020, abbiano registrato un fatturato medio inferiore ai tre quarti rispetto allo stesso periodo del 2019. Tale parametro non viene preso in considerazione solamente per i soggetti che hanno avviato la propria attività a partire dal 1° gennaio 2019.

Come richiedere il contributo

Per ottenere il bonus ristorante è possibile presentare la richiesta tramite Poste Italiane, compilando un apposito modulo. In alternativa è possibile inoltrare una richiesta online sul Portale Ristorazione, avendo l’accortezza di presentare: visura camerale in corso di validità; copia dei documenti fiscali che certifichino l’acquisto dei prodotti, così come previsto nel decreto. Bisogna inoltre presentare: eventuali documenti di trasporto e, se già disponibili, eventuale copia delle quietanze.

Una volta inoltrata la domanda, se corretta, il ministero effettua un pagamento tramite bonifico postale pari al 90% del valore totale riconosciuto. Il saldo potrà quindi essere chiesto entro 15 giorni. Entrando nei dettagli, tale contributo viene calcolato in base alla spesa effettuata dal 14 agosto 2020 alla data di presentazione della domanda. L’importo ottenibile, quindi, non può essere superiore rispetto alla spesa effettivamente sostenuta.

Come ottenere il bonus ristoranti

Per ottenere il bonus ristoranti bisogna comprare almeno tre differenti tipologie di prodotti agricoli o alimentari. Il prodotto principale, inoltre, non deve superare il 50% della spesa totale massima messa a disposizione, ovvero non deve superare 5 mila euro. Con il termine prodotto principale, sottolineiamo, si fa riferimento alla categoria di prodotto per cui si spende di più.

Il contributo va da un minimo di 1.000 euro a un massimo di 10 mila euro, Iva esclusa. Ogni impresa può presentare una sola domanda. Nel caso in cui il soggetto richiedente abbia più attività, le fatture degli acquisti dalle diverse attività devono essere caricate nella stessa domanda. In ogni caso il contributo fa riferimento ad un solo codice fiscale/partita Iva.

Condividi

Rispondi